Bonanni: tagli a sprechi della politica, non ai dipendenti

”Bisogna tagliare le consulenze, 147 mila consulenze, bisogna tagliare le mani a quei politici che le mettono nella pubblica amministrazione solo per consenso elettorale, bisogna tagliare gli sprechi della politica”. Lo ha affermato il segretario generale della Cisl Raffaele Bonanni, commentando con i giornalisti il dibattito in corso sulla necessita’ di effettuare tagli ai dipendenti statali.

”Bisogna tagliare vari istituti e presidi che non servono a nessuno, se non a chi ci sta dentro – ha aggiunto Bonanni, a margine del Consiglio generale della Cisl di Firenze – E’ questo che bisogna tagliare. Il pubblico impiego va ristrutturato e noi chiediamo al governo un piano industriale, o glielo propineremo noi attraverso un nuovo impianto contrattuale”.

Lascia un commento