Scende la disocuppazione in Italia

Scende ancora in Italia il tasso di disoccupazione, arrivato nel terzo trimestre dell’anno ai minimi dal 1992. Secondo l’Istat i senza lavoro sono diminuiti al 5,6%, lo 0,4% in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Nel secondo trimestre del 2007 i disoccupati erano il 5,7% del totale. E’ dal 2003, dicono gli esperti dell’Istat, che il numero dei senza lavoro risulta in flessione. Gli occupati nel complesso hanno raggiunto nel terzo trimestre dell’anno quota 23.417.000 con una crescita complessiva di 416mila unità. L’occupazione è cresciuta soprattutto al centro con 193mila unità in più (+4,1%) e al Nord per 149mila (+1,3%) ma anche il Mezzogiorno ha ripreso a crescere con 74mila occupati in più (+1,1%).

Le forze di lavoro complessive sono cresciute meno dell’occupazione (1,3% a fronte dell’1,8%) segnando 328mila unità in più e raggiungendo quota 24.819.000. Il tasso di attività per le persone tra i 15 e i 64 anni è pari al 62,7% mentre il tasso di occupazione è cresciuto al 59,1% (+0,7 punti).
A sostenere la crescita dell’occupazione sono stati anche gli stranieri (+201mila), anche a seguito della perdurante crescita della popolazione immigrata iscritta in anagrafe. Si è inoltre confermata, nella popolazione italiana, la tendenza alla permanenza al lavoro degli occupati con almeno 50 anni di età e con contratto a tempo indeterminato (+118mila unità).
Nel terzo trimestre il numero delle persone in cerca di occupazione è risultato pari a 1.401.000, in calo rispetto allo stesso periodo del 2006 (-5,9%). La crescita su base annua dell’occupazione (salita di 416mila unità rispetto a un anno prima), ha riguardato sia la componente maschile (+1,5%, pari a 21mila unità) sia quella femminile (+2,3%, pari a 205mila unità).
Quanto al tasso di occupazione nel terzo trimestre, quello maschile è aumentato su base annua di sei decimi di punto portandosi al 71,3%, quello femminile ha raggiunto il 46,9%, con un incremento in confronto al terzo trimestre 2006 di otto decimi di punto percentuale. Per gli stranieri il tasso si è attestato al 68,7% (+1,5%).

Lascia un commento