Accordo tra Banca Etica e Legacoop per favorire l'accesso al credito

Firmato un protocollo d’intesa tra la Banca Popolare Etica e la Legacoop per garantire il credito alle imprese cooperative attive sul tutto il territorio nazionale. I finanziamenti potranno essere utilizzati per ricapitalizzare le cooperative in questa fase di crisi economica, aggravata dal ritardo dei pagamenti degli enti pubblici.

Il rilancio economico delle imprese è ritenuto funzionale anche alla stabilità occupazionale. Ugo Biggeri, presidente di Banca Etica attraverso un comunicato stampa sostiene che “con questo accordo abbiamo voluto dare un segno tangibile della vicinanza tra la Banca Etica e il mondo dell’economia responsabile rappresentato dalle cooperative che in questa fase di crisi economica più che mai meritano l’incoraggiamento di un accesso al credito agevolato…”.

Giugliano Poletti, presidente della Legacoop aggiunge “..aumenta la responsabilità e l’impegno delle imprese e della finanza che guardano al benessere economico e sociale delle persone e del territorio in cui operano. E’ con questo spirito che sottoscriviamo oggi questo accordo”.

In Italia, le imprese lamentano il perdurare della difficoltà di accesso al credito, anche se l’irrigidimento delle banche si è ridimensionato. A febbraio il credito concesso dai primi cinque gruppi bancari italiani è sceso del 4,1% sui dodici mesi precedenti, e rimane su valori storicamente bassi la qualità del credito alle imprese.

I dati preliminari del primo bimestre 2010 indicano un lieve aumento rispetto al 2009 dell’ esposizione di quei creditori in sofferenza segnalati per prima volta. In questo quadro di difficoltà strutturali e congiunturali, due realtà (Banca etica e Legacoop), legate da sempre alla promozione dello sviluppo cooperativo e della mutualità, si impegnano in una collaborazione che mira a garantire la stabilità economica delle imprese.

Lascia un commento