Garanzie post vendita, impegni vincolanti per 7 grandi catene

Buone notizie per i consumatori sul fronte delle garanzie post vendita dei loro acquisti. L’Antitrust ha reso vincolanti gli impegni presentati da 7 delle catene commerciali che operano con le insegne Expert, Carrefour, Auchan, Panorama, IPER La Grande I, Eldo Italia, Di Salvo e Della Martira per un totale di circa 460 punti vendita.

Questi impegni avranno i seguenti effetti: il venditore deve garantire in tempi certi e ragionevoli la sostituzione o la riparazione di un prodotto difettoso; la garanzia legale nei confronti del venditore avrà durata di 24 mesi dall’acquisto e verrà fatta valere entro 2 mesi dal manifestarsi del difetto; informazione chiara sulla differenza tra garanzia legale e servizi di assistenza aggiuntivi o accessori e sui diritti dei consumatori in materia; modalità semplici per l’esercizio del diritto di recesso per gli acquisti effettuati via internet.

Ad agosto scorso l’Autorità aveva chiuso 5 istruttorie relative a catene specializzate in prodotti di elettronica e di elettrodomestici; ma questa volta gli effetti positivi per i consumatori riguardano una gamma più ampia di beni di consumo (dalle bici ai mobili da giardino, per citarne solo due esempi) perché gli impegni sono stati assunti anche da catene generaliste come Carrefour, Auchan, Panorama e IPER La Grande I.

Vengono così applicati in maniera più capillare i principi già affermati nei precedenti procedimenti relativi al pieno riconoscimento, da parte dei rivenditori, del diritto alla garanzia legale di conformità ed all’assistenza post vendita che il Codice del Consumo riserva ai consumatori. Complessivamente i punti vendita interessati all’attività dell’Antitrust, con le 12 istruttorie concluse, sono quasi 1.200.

Ma l’attività dell’Antitrust a tutela del consumatore non si arresta. Nelle scorse settimane, infatti, l’Autorità ha avviato una procedura nei confronti della Apple: secondo i primi accertamenti compiuti dagli uffici la società, insieme alla catena di vendita Comet, proporrebbe un contratto di assistenza a pagamento senza chiarire al consumatore che il contratto si sovrappone temporalmente al secondo anno della garanzia legale che non comporta costi per il consumatore.

Lascia un commento