Conto corrente “di coppia”: una scelta conveniente

Scegliere un conto corrente al giorno d’oggi è semplice grazie ad internet. La rete offre infatti numerose opportunità per raccogliere informazioni utili per <a href =”http://risparmio.supermoney.eu/conto-corrente/” rel=”nofollow”>confrontare i conti correnti più convenienti offerti dalle banche</a>, così da poter individuare velocemente il prodotto su misura per sé.

Oltre ai singoli siti di comparazione sorti negli ultimi anni, anche l’Abi aveva dato il via ad un’iniziativa denominata “Patti Chiari”, finalizzata a garantire una più agevole e trasparente raccolta di informazioni da parte dei consumatori circa i prodotti bancari, come illustra questo articolo.

Molte coppie che hanno deciso di dividere lo stesso tetto scelgono anche di aprire un conto corrente cointestato, ovvero uno strumento bancario per mettere insieme i propri risparmi. I giovani sposi, in particolare, per risparmiare si chiedono quali sono i conti correnti più convenienti che abbiano bassi costi di gestione e i servizi di home banking inclusi.

Per trovare i migliori prodotti bancari sempre più coppie mettono iconti on line a confronto che offrono la possibilità anche di aprire conti cointestati e usufruire dei servizi sul web. I benefici di un conto cointestato sono principalmente due: convenienza e praticità. Nel primo caso, si ha una convenienza economica poiché le spese di gestione come canone, bolli e così via sono limitate a quelle di un solo conto corrente, pur essendo due i titolari del conto stesso. Entrambi i titolari possono avere a disposizione una propria carta di credito e svolgere tutte le operazioni legate al conto corrente, ma, in questo modo, i costi vengono dimezzati. Inoltre, risulta molto più semplice affidare i propri risparmi ad un unico istituto bancario, anziché a due differenti.

La praticità aumenta ulteriormente per chi sceglie i conti on line, che possono essere facilmente gestiti tramite un unico home banking da entrambi gli intestatari del conto. Il conto corrente cointestato può essere molto utile per la domiciliazione delle bollette: tutte le utenze di luce, gas e telefono di cui la coppia usufruisce, possono essere addebitate su un unico conto, rendendo in questo modo i pagamenti più agevoli.

Al momento di aprire un conto “di coppia” è importante stabilire preventivamente quali siano le condizioni del conto cointestato. Questo infatti può essere di due tipi: a firma disgiunta e a firma congiunta. Nel primo caso viene concessa la possibilità ad ogni titolare di disporre liberamente del conto, senza che sia necessaria l’approvazione del partner. Nel caso invece di un conto a firma congiunta, ogni tipo di operazione, anche le più banali come bonifici e assegni, prevede l’approvazione di ambo le parti. È possibile, comunque, concordare che le firme congiunte siano necessarie solo per alcune particolari operazioni e non per tutte.

I conti correnti on line sono la scelta migliore per mettere al sicuro i propri risparmi e avere uno strumento di operatività bancaria comodo ed economico. I costi di gestione dei conti, infatti, in Italia sono molto alti e non è sempre facile trovare una banca che tagli queste spese a carico del cliente.

Tuttavia, con le “banche digitali” come per esempio Ing Direct o IWBank è possibile aprire un conto corrente a canone zero e anche senza spese di gestione e operatività. Molti risparmiatori italiani, infatti, pagano ancora molto per bonifici o per ricevere l’estratto conto. Con i conti on line, questi servizi saranno molto probabilmente gratuiti grazie al web.

Nell’offerta dei conti on line, poi, sono spesso incluse anche la carta Bancomat e una carta di credito, Visa o MasterCard. Con queste carte, quindi, sarà possibile fare acquisti con la moneta elettronica per qualsiasi tipo di spesa, anche al supermercato sotto casa. Una coppia, in questo modo, non dovrà starsi a preoccupare di dividere sempre i soldi.

Grazie a internet controllare periodicamente i movimenti del proprio conto e dei propri risparmi sarà facile e si potrà fare tranquillamente a casa col proprio pc o tablet, senza dover fare lunghe file agli sportelli. L’obiettivo delle banche digitali, ora, è quello di portare tutti i servizi anche su dispositivi mobili come gli smartphone o i phablet.

Nessun Commento

  • casasimpson ha detto:

    ho trovato questo blog sentendo della figlia della fornero (che figuraccia!)… devo dire che devo ancora scoprire questo blog, ma … dai, questo articolo non vuole visto…

Lascia un commento