Assicurazione auto: tariffa unica per gli automobilisti virtuosi

Pubblicato da Linda Iulianella 28 febbraio 2012 20 Commenti

Mantenere un’automobile comporta molti costi, ma quello che sicuramente preoccupa di più i consumatori è quello che riguarda la polizza auto. Risparmiare sul costo dell’assicurazione però, è possibile: innanzitutto è necessario valutare con attenzione quali sono le proprie esigenze. Ad esempio, se si percorrono meno di 5mila chilometri l’anno sarà conveniente optare per una polizza a chilometraggio. Se invece si utilizza l’auto solo per brevi periodi, sarà conveniente optare per una polizza sospendibile. Successivamente si possono mettere a confronto le varie offerte per trovare la polizza auto più vantaggiosa e adatta alle proprie esigenze. Effettuando questa operazione, occorre però prestare attenzione alle compagnie che propongono prezzi davvero troppo bassi, poichè, come spiega questo articolo, potrebbero essere truffaldine.

In generale purtroppo, l’Italia rimane il paese europeo dove l’assicurazione auto è più cara e a farne le spese sono proprio i consumatori, già messi a dura prova dalla crisi economica. Per quanto riguarda in particolare la situazione prezzi nella nostra penisola, gli automobilisti del Sud pagano premi più elevati rispetto ai colleghi del Nord. Le prospettive sembrano però in lento mgilioramento.

“Una buona notizia per gli automobilisti virtuosi delle regioni dove le polizze Rc auto costano di più”: sono infatti queste le parole del senatore Franco Pontone, che la scorsa settimana ha presentato in commissione Industria del Senato un emendamento al decreto legge liberalizzazioni, che prevede che gli automobilisti virtuosi paghino la stessa tariffa sull’assicurazione auto su tutto il territorio italiano, senza discriminazioni tra Nord e Sud.

Un simile provvedimento punta a colmare quel divario – troppo profondo – che si è venuto a creare negli ultimi anni tra Nord e Sud in fatto di tariffe Rc auto. È ancora il senatore Franco Pontone a chiarire quale sia stato il motivo scatenante che abbia portato a questa proposta:“Non era giusto, infatti, che gli automobilisti virtuosi napoletani e meridionali pagassero di più rispetto ai loro colleghi di altre province e regioni”.

Secondo quanto stabilito dall’emendamento, le compagnie assicurative di tutta Italia dovranno proporre le stesse offerte di assicurazione auto per le classi di massimo sconto. Si legge infatti nel testo dell’emendamento: “Per le classi di massimo sconto, a parità di condizioni soggettive e oggettive, ciascuna delle compagnie di assicurazione deve praticare identiche offerte”.

“La tariffa unica nazionale per l’Rc auto a partire da chi è in classe di massimo sconto è l’unico modo per evitare che a Napoli e provincia nessuno paghi più per l’assicurazione dell’auto o dello scooter, visti i costi oramai insostenibili”. Lo dichiarano il commissario regionale dei Verdi campani, Francesco Emilio Borrelli, e il responsabile regionale della Federconsumatori Rosario Stornaiuolo.

Un modo per risparmiare sull’assicurazione auto è anche quello di installare la cosiddetta scatola nera nella propria auto: si tratta di un dispositivo GPS in grado di registrare i dati relativi alle abitudini di guida del conducente come la velocità media di percorrenza, accelerazioni e decelerazioni, marce inserite, localizzazione geografiche e così via.

Inoltre, grazie proprio al dispositivo di geolocalizzazione, in caso di un guasto alla macchina o di un sinistro si potrà essere facilmente individuati e raggiunti dal soccorso stradale e sanitario.

Per quanto riguarda il risparmio, installando la scatola nera si potrà ottenere uno sconto sul premio di almeno il 10%. Infatti per la compagnie la presenza di questo dispositivo su quanti più veicoli possibili, è un motivo di guadagno, in quanto permette di contrastare le frodi e monitorare le abitudini di guida degli assicurati.

 

Scopri tante altre buone notizie sulla nostra applicazione BuoneNotizie PLUS

Diventa ambasciatore di Buone Notizie!

Argomenti correlati:

A proposito di Linda Iulianella

Leggi tutti gli articoli di Linda Iulianella

Ci sono 20 Commenti

  1. Nicola
    - 28 febbraio 2012

    Buongiorno, volevo comunicarvi che proprio adesso ho fatto un preventivo per la mia SUPER CAR, una Polo 1.2 a benzina, assicurata con la Lloyd Italico, ebbene io abito in provincia di Caserta dove il risultato del preventivo è miseramente arrivato alla modica somma di €uro 663,57 annuali, poi, siccome stò a circa 30 km dalla provincia di Isernia ho provato a calcolare un preventivo come se abitassi un pò più in la… il risultato è stato di €uro 312,00 annuali, stessa classe, la 1E, stessa auto e soprattutto senza sinistri (fortunatamente) dal 1997… con una differenza di €uro 351,57…
    Che dite me ne vado ad abitare in provincia di Isernia???

  2. - 28 febbraio 2012

    Dopo questa legge, se tutto va bene aumenteranno le tariffe “del nord” per essere in linea con quelle di Napoli. Legge rispettata e assicuratori con lo spumante in mano… =.=

  3. - 2 marzo 2012

    voi dite- fate. liberalizate ci incrementate e poi ci (incaprettate) e possibile che io sono proprietario di un veicolo che si era guastato e il costo per la riparazione era eccessiva 350 euro ma a me e venuta la brillante idea di passare la mia assicurazione sulla che avevo comprato a mio figlio nel passare un po di tempo del tipo sette mesi perche non trovavo lavoro ci arrangiavamo in due con lo stesso veicolo poi un bel giorno mi sono svegliato e ho avuto la grazia del signore giesu’cristo che avevo trovato un po di lavoro mi sono messo da parte un po di soldi con tanto di sacrificio dico sacrificio e mi sono recato in agenzia io gli o chiesto se mi poteva attivare la mia assicurazione sul mio veicolo che poi lo o aggiustato e indovinate che mi ha risposto che devo fare di nuovo il passaggio di proprietà ma che caxxo dici e già intestata a me e mi risponde che non e colpa sue e la legge ma che caxxo me ne frega della legge e se questa e legge io dove caxxo vivo in indonesia ma la democrazia dove la mettiamo nel cestino dei rifiuti e poi mi dicono che si fanno gli imbrogli e questo come lo chiamiamo inculata totale ?

  4. valentina
    - 5 marzo 2012

    Per ” deluso inconsapevolmente”: buongiorno, i tuoi assicuratori, al momento in cui hai passato la polizza da una macchina all’altra, si sono, diciamo, dimenticati, di chiederti i documenti di alienazione della tua vettura, perché nel momento in cui passi l’assicurazione da un veicolo ad un altro, il mezzo al quale togli l’assicurazione deve essere per legge alienato, quindi deve esserci nella pratica un atto di rottamazione, demolizione, vendita, altrimenti la polizza può′ essere solo sospesa, congelata in attesa di riattivazione. E’ per questo che ora ti chiedono un passaggio di proprietà, perché hanno fatto una cosa che non potevano e non dovevano fare. L’alternativa, se la vettura è stata ferma almeno un anno, è che tu dichiari che la macchina è stata ferma almeno un anno su suolo privato e riparti con una polizza nuova usufruendo del decreto bersani per riprendere la classe di merito della macchina di tuo figlio. Qualsiasi cosa tu ti trovi a fare nelle assicurazioni fai la parte del deficiente, rompi le scatole e fai mille domande, anche quelle che ti sembrano stupide, è l’unico modo per provare a pararsi un po’ il didietro, a meno che non hai la fortuna di incappare in una persona corretta :-)

  5. Barbara
    - 5 marzo 2012

    CHE BELLA NOTIZIA…….vorrei esultare,ma sono convinta che questa sarà‘ l’ennesima presa in giro,in Italia di cose buone non se ne fanno….! Pago circa 1000 € annui x la mia auto con classe 1^ da più di 10 anni,ho chiamato in agenzia x sapere la tariffa in quando e’in scadenza e’mi sento dire il solito ritornello, c’e un aumento di circa 100€. Una vergogna,xche’ mi tocca pagare x colpe che non ho’e pagare il doppio della tariffa,no xche’sono una truffatrice,ma xche’ vivo al sud,x me questo e’ puro razzismo!!!!! Mi auguro di cuore,che questo schifo possa cambiare!!!!

  6. Antonio
    - 5 marzo 2012

    Io con una Punto 1.3 mjet pago 1300euro/anno in prov d NA, nessun incidente..l’assicurazione proviene da una Bersani, altra fregatura…
    P.S. Alzeranno le tariffe al nord…

  7. Nicola
    - 5 marzo 2012

    Se alzeranno le tariffe al Nord vorrà dire che ci saranno più contrassegni taroccati, ma gli onesti continueranno a pagare questo pizzo…

    Il pizzo è una forma di estorsione praticata dalla governo che consiste nel pretendere il versamento di una percentuale sullo stipendio o di una quota fissa da parte della povera gente, in cambio di una supposta…. anche dolorosa.

  8. - 5 marzo 2012

    Nicola, ti hanno mai spiegato a che cosa serve l’assicurazione RCAuto?

  9. Nicola
    - 5 marzo 2012

    Certamente che lo so Lazza… ma non per questo devo pagare più di un mio coetano che abita a 30 km di me.. tu mi spieghi perché mi fanno pagare di più se sono un santo di autista?????
    Prima di parlare leggi sopra.

  10. - 5 marzo 2012

    Tu hai detto che pagare l’assicurazione è pagare il pizzo. Se ora riformuli la premessa allora tanto vale…
    Potrei risponderti con una domanda simile: perché quando acquisto un PC devo comprare anche Windows? La risposta è che non c’è nessun motivo, ma qui ogni azienda fa come le pare e nessuno dice nulla. È triste ma è così.
    Tra parentesi, non so se sia vero, ma da più fonti si sente dire che al sud è abitudine girare in moto senza casco (e pure non fare la raccolta differenziata, anche se è un’altra storia). Se effettivamente fosse così, allora il pagare di più sarebbe una “giusta punizione” all’inciviltà. Ovviamente uso il condizionale perché non so se sia vero e non faccio giudizi senza certezze. :)

  11. Nicola
    - 6 marzo 2012

    Lazza non so perché dalla RCA sei passato su altri argomenti non attinenti, se ce l’hai con i meridionali questo è un problema tuo e tienilo per te, inoltre ti informo che, anche noi “incivili” facciamo la differenziata, e anche bene, e se quelli che vanno in moto non portano il casco, spetta alle forze dell’ordine far rispettare le regole e non alle compagnie di assicurazione che alzano il prezzo.
    Alla domanda del pc, posso risponderti che non ne capisci nulla, perché puoi benissimo comprare un pc senza windows e farlo funzionare con linux che è FREEWARE.
    Ma comunque niente è attinente con la non equità delle RCA… se io devo pagare 350 Euri in più solo perché sono nato nel posto sbagliato per me è INGIUSTO e questi 350 sono uguali al pizzo.
    Ps: Ci sono incivili al sud come ce ne sono al centro ed al nord, non credo che noi siamo tutti demoni e voi siete tutti santi.

  12. - 6 marzo 2012

    “Alla domanda del pc, posso risponderti che non ne capisci nulla”
    Wow, ottima affermazione basata sul fatto che tu conosci benissimo il mio curriculum di studi… A parte il fatto che sarebbe interessante vedere i fior fiore di negozi che conosci dove si acquistano computer e soprattutto portatili senza quel cancro di Windows, dire che Linux è freeware è assolutamente errato. Linux è software libero e open source, che è una cosa ben diversa e di gran lunga migliore di un freeware, per cui sarebbe approssimativo dire diversamente.
    L’esempio era estremamente attinente visto che vuole semplicemente dire che ogni azienda in Italia fa il cavolo che le pare. Sempre e comunque. I venditori ti obbligano a pagare di più i computer senza nessuna valida ragione, altrettanto fanno gli assicuratori a voialtri spacciandovi per “maggiormente a rischio”. Se non altro almeno gli assicuratori cercano di dare qualche minima giustificazione (che poi non sia tanto sensata poco importa per loro), i venditori di PC non ti danno neppure quella.
    Oltretutto, tu mi dici: “se quelli che vanno in moto non portano il casco, spetta alle forze dell’ordine far rispettare le regole e non alle compagnie di assicurazione che alzano il prezzo”
    Sì anche. Bisogna pure dire che forse qualcosina è “comprensibile” da parte delle compagnie, se in una certa provincia ci sono un numero di incidenti estremamente sopra la media penso che loro tentino di premunirsi. Ovviamente sono aziende, quindi per loro premunirsi significa trovare dei polli da spennare, nel caso di specie se la prendono con tutti gli automobilisti di quella provincia.
    Ripeto, tutto è nato dal fatto che hai definito l’intera RCA come “pizzo”, salvo poi cambiare la premessa per strada e dire che ti riferivi solo e soltanto alla differenza tra una provincia e l’altra. Non puoi prendertela se mi sono opposto decisamente alla tua opinione di partenza PRIMA che tu la modificassi usando come argomento la tua affermazione DOPO averla modificata.
    Infatti su quella “dopo” sono abbastanza d’accordo con te, è quella “prima” che trovavo del tutto esagerata.

  13. - 6 marzo 2012

    salve a tutti cosa posso pensare di queste assicurazioni. la RCA e stata creata per gli eventi che capitano tutti i giorni del tipo incidenti stradali. giusto, adesso mi chiedo se una copertura assicurativa mi costa una somma 1000 euro vuol dire che qualcosa di buono farà sta benedetta polizza io vi dico che qualcosa lo fa di buono ma non per noi cittadini solo per questi dello stato e banche e finanziarie vi state chiedendo perchè.) la risposta e facile) allora riepiloghiamo lo stato fa la legge e guadagna facendo accordi con le assicurazioni le assicurazioni vogliono garanzie dalla legge che tutti gli automobilisti c’è l’anno l’assicurazione la legge gli offre le proprie garanzie facendo scendere in campo i carabinieri e la polizia che ti sequestra il veicolo se sei senza quindi in un certo qual modo ti oblica a farla per forza lo stato. ha dato le sue garanzie che chiedeva l’assicurazione , lo stato poi chiede piu guadagni alle assicurazioni. e le assicurazioni che fanno accettano e aumentano le polizze e noi teste di mi nc hia accettiamo sempre e zitti senza discuterne e una bufale

  14. SiboLecco
    - 9 marzo 2012

    Ma che vuol dire tariffa unica ??
    Che se io al nord in classe 1 pago 300 euro di assicurazione e tanto per fare un esempio, a Napoli, in classe 1 pagano 1.300 euro, quale sarà il premio unico ???
    300 ??? anche per il napoletano ? ne dubito fortemente!
    allora sarà 1.300 ? oppure una media? che vuol dire in ogni caso INCREMENTO !!!
    altro che sconti per i più virtuosi.
    Come al solito le cose in questo paese NON sono mai chiare.
    Saluti tristemente itaGliani

  15. - 9 marzo 2012

    @ Tilt Game Over, non è che l’assicurazione sia obbligatoria perché le compagnie assicurative vogliono le loro garanzie, è obbligatoria perché serve a risarcire la gente quando qualche delinquente investe dei pedoni o cose del genere. Non spariamo affermazioni a caso per favore.
    @ SiboLecco, hai colto in pieno qual è il punto. :P

  16. francesco
    - 15 marzo 2012

    salve!ho appena fatto un preventivo pel la mia vecchia golf(1998)
    sul sito dell’isvap dopo essermi registrato.
    premetto che sono in prima classe da 15 anni e grazie a dio non ho mai avuto sinistri ed ho sempre e solo pagato il premio rimpinguando le casse delle assicurazioni senza aver mai “chiesto”!attualmente per l’assicurazione pago 900 euro all’anno in provincia di napoli e con la scatola nera (costo annuo euro 125).
    riassumendo euro 1025.
    il preventivo piu basso che ho ricevuto oggi e’ di euro 2045!!!
    sul sito dell’isvap ma voi avete ancora speranze??
    personalmente credo che il signor lazza abbia ragione che si paghera’ una unica tariffa per tutte le regioni e sara’ senza dubbio QUELLA PIU’ ALTA!!!!

  17. antonio
    - 17 marzo 2012

    Salve condivido con te Francesco sono della pr di Napoli dovete sapere tutti che le assicurazioni gia da tempo fanno cartello non ci sono preventivi che possano farti risparmiare credetemi.

  18. luigi
    - 6 aprile 2012

    salve il problema che la tariffa rca così concepita se si tiene bassa è perfetta, se aumenta diventa inutile, vi spiego a napoli circolano di media il 40% dei veicoli non assicurati (cercate su google notizia di qualche giorno fa) questo significa che io oltre a pagare 1200 euro per un 1.4 a benzina corro il serio rischio di non essere risarcito nel 40% dei casi, i mezzi pubblici in provincia non funzionano, la circumvesuviana sta fallendo e chiude delle tratte da giugno a settembre, ho sentito dire che a napoli girano senza casco, possibilissimo non è affar mio è un problema dello stato che non controlla altrimenti le mie tasse per le forze dell’ordine a cosa servono?, ti dirò di più se gira il 40% senza assicurazione la polizia cosa fa? mah, stesso ragionamento e questo vale più da voi al nord che da noi al sud tanta gente beve e tanto, i controlli li fanno ma sembra non basti visto che tanta gente gira ubriaco in auto, e secondo te noi dovremmo pagare i danni che fanno loro? è come se andassi al ristorante e quando pago il conto mi fanno pagare un bel piatto di spaghetti che non ho mangiato, il proprietario si giustifica dicendo che 2 settimane prima è arrivata tanta gente e non ha pagato scappando via, e secondo te se tu sei fesso e ti fai fregare io pago?, l’assicurazione non è fessa semplicemente non le conviene spendere piu soldi per fare perizie e controlli, preferisce pagare anche i sinistri dubbi

  19. Valentino_ruggiero
    - 26 maggio 2012

    a me non mi frega dei problemi che ha la mia assicurazione con i cittadini disonesti, io sono un onesto cittadino che a sempre pagato, al nord in quanto abitavo a lecco, e adesso che abito a napoli, non posso più mantenere la moto e la macchina, sono costretto a tenere la moto ferma in garace, e fare fatica a pagare quella dell’auto.
     ci vuole poco a selezionare le persone oneste o disoneste, perchè non lo fate?

  20. Parole sante
    - 3 agosto 2012

    Non ci aspettiamo regali e incentivi da questo governo Monti, sta aumentando tutto, figuriamoci se agevolerà i premi assicurativi; Se c’è disparità trai premi pagati al sud e quelli pagati al nord, state pur tranquilli che adeguerà quelli del nord a quelli del sud, non ci aspettiamo il contrario, è il governo dei giri di parole ma il culetto purtroppo è sempre il nostro!

Scrivi il tuo commento

 

  • Pallino

    Indubbiamente le buone notizie sono soggettive, ma …

  • Pinco

    Mi spiegate perché questa è una buona notizia? …

  • roberta

    Io non riesco ad accettare il mio handicap e il pi …

  • Silvio Malvolti

    Gentile Luigi, la cosa migliore da fare è consult …

  • Silvio Malvolti

    Ciao Grazia, un passo alla volta... L'importante …

BuoneNotizie.it su Google+