Conti correnti per gli under 30: i migliori sono online

Gestire il proprio denaro per mezzo di un conto corrente è una scelta comune a molti italiani. Un conto bancario, infatti, permette di gestire i propri risparmi in tutta sicurezza ma anche di usufruire di servizi come l’accredito dello stipendio o la possibilità di inviare e ricevere bonifici. Spesse volte anche i giovanissimi scelgono di gestire i propri soldi per mezzo dell’intermediazione di un istituto di credito. In casi come questi gli under 30 possono trovare la soluzione più conveniente confrontando i migliori conti corrente del momento tra conti tradizionali e conti on line che, a causa dei ridotti costi di gestione, talvolta risultano particolarmente vantaggiosi.

I conti corrente online, infatti, offrono il maggior numero di benefici. Caratteristica principale di questi conti è la gestione dei propri soldi per mezzo dei servizi di home banking, ovvero la possibilità di effettuare operazioni bancarie senza necessariamente recarsi in filiale, per mezzo di un pc ed una connessione Internet con una conseguente riduzione dei costi per l’utente. L’attivazione e la gestione di questi conti avviene esclusivamente tramite internet, 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Tutti i prodotti offrono la possibilità di avere a disposizione una propria area clienti, che permette di effettuare gratuitamente bonifici e monitorare i movimenti del conto e delle carte ad esso collegate. Tutti i documenti, come ad esempio l’estratto conto, vengono inviati via email senza costi aggiuntivi. I conti online, dunque, sono strumenti molto utili per il nostro risparmio e si possono confrontare anche grazie ai comparatori sul web che mettono a confronto ad esempio il conto IWBank, Fineco o CheBanca!.

I conti correnti online, in genere, non prevedono alcun tipo di costo, né di apertura, gestione e chiusura. L’unica spesa cui potrebbero esser soggetti è quella relativa all’’imposta di bollo, pari a 34,20 euro (dovuta per legge per le giacenze superiori ai 5.000 euro).  In base alle offerte fatte dalle banche, può capitare che questa tassa sia azzerata, ovvero sia a carico della banca stessa.

Le offerte di tutte le banche prevedono la consegna della carta bancomat. Non è previsto alcun canone e ed è prevista, inoltre, l’attivazione dei servizi di SMS Alert, che permettono di tenere sotto controllo, in tempo reale, le proprie spese. Alcuni istituti di credito (tra cui IWBank), non avendo filiali fisiche, permettono anche di prelevare illimitatamente in tutti gli sportelli bancomat dell’area Euro, senza commissioni.

La maggior parte dei conti correnti online, come Conto ZeroNet di Banca Popolare dell’Emilia Romagna, offre una carta prepagata ricaricabile a costo zero. Questa può esser ricaricata direttamente tramite i servizi online della banca. Resta, comunque, a disposizione dei clienti la possibilità di richiederne una, senza che sia necessario aprire un conto.

Ricariche del credito del cellulare o pagamenti MAV delle tasse universitarie, inoltre, sono tutte operazioni effettuabili dal proprio PC. Lo stesso vale anche per la domiciliazione delle utenze di tutte le forniture, che nella maggior parte dei casi è gratuita.

Infine, il mobile banking: la crescente diffusione di dispositivi smartphone, infatti, ha portato molti Istituti di credito a fornire servizi di mobile banking, con apposite applicazioni. E’ questo, ad esempio, il caso di ING Direct con il suo Conto Arancio.

Come descritto, dunque, esistono differenti tipologie di conto corrente online a seconda delle esigenze del cliente. La prima cosa che il risparmiatore deve chiedersi, dunque, è di quali servizi ha veramente bisogno e di quali, invece, può fare a meno.

Per trovare i conti correnti più adatti alle proprie necessità è bene utilizzare il web che permette di rintracciare informazioni utili a orientarsi nel mercato delle offerte. Il consiglio, soprattutto per i giovani, è ovviamente quello di concentrarsi sui conti a zero spese che fanno tagliare i costi di gestione.

I conti online sono affidabili tanto quanto quelli tradizionali, ma ovviamente occorre sempre leggere con attenzione i documenti che andiamo a firmare e le condizioni contrattuali. Le varie clausole, infatti, possono prevedere costi extra a seconda delle operazioni bancarie che andiamo ad effettuare.

In tempi di crisi economica mettere al sicuro i propri risparmi è fondamentale e questo passa anche e soprattutto dalla scelta di un buon conto corrente che costi poco e magari dia anche la possibilità di investire il proprio denaro in un deposito di investimento.

Lascia un commento