Parte la III edizione del "Premio Socialis" per la RSI

Un’opportunità per rendere subito operativi i propri studi in un settore in forte sviluppo: è questa la prospettiva che ha spinto già 160 laureati di oltre 40 atenei italiani a partecipare alle due passate edizioni del Premio Socialis, l’unico riconoscimento italiano riservato alle migliori tesi di laurea sul fenomeno della Responsabilità Sociale d’Impresa, contendendosi gli stage messi a disposizione da 15 grandi aziende.
Nato con lo scopo di ricercare e formare il futuro “manager etico” e creare un ponte tra università e impresa, il Premio Socialis giunge alla III edizione. Promosso da Errepi Comunicazione con il patrocinio della CRUI – Conferenza dei Rettori delle Università Italiane e dell’UNESCO Italia e il sostegno di 14 imprese di portata internazionale, mette in palio stage presso alcune delle aziende sostenitrici e particolarmente sensibili al tema dell’impegno sociale: Alleanza Assicurazioni, BNL, Boeing, Bracco, Canon, Cisco Systems, Gruppo CartaSi, Henkel, Procter&Gamble, Rottapharm, Serono, Sigma-Tau, Unilever, Vodafone.
“La Responsabilità Sociale d’Impresa è ormai diventata un obiettivo da raggiungere per tutte le imprese che vogliano rimanere competitive – ha sottolineato Roberto Orsi, Presidente e Amministratore Delegato di Errepi Comunicazione – oltre che un dovere nei confronti della comunità e dei dipendenti. E sono già quasi il 40% le aziende italiane con più di 100 dipendenti che prevedono al loro interno la figura del manager etico, consapevole del nuovo ruolo delle imprese nella società civile”.
I lavori non dovranno essere antecedenti al 1° gennaio 2002 e dovranno essere inviati entro il 30 maggio 2005 alla segreteria organizzativa del premio, presso Errepi Comunicazione, Corso Vittorio Emanuele II, 284, 00186 Roma. Il bando di partecipazione è disponibile sul sito www.clubsocialis.it.

Lascia un commento