Silvio Malvolti, fondatore e presidente di Buone Notizie

Silvio Malvolti, fondatore e presidente di Buone Notizie

Il progetto nasce nel 2001 da un’idea di Silvio Malvolti, ispirato dal desiderio di un’informazione con meno cronaca nera e meno banalità (in fondo, che utilità hanno?) che raccontasse i fatti positivi che accadono ogni giorno. Nei mesi successivi agli attacchi terroristici dell’11 settembre, i mass-media ci hanno bombardato di notizie ansiogene, alcune addirittura false o gonfiate.

Nel 2004 Buone Notizie diventa un’associazione culturale, con lo scopo di ricercare, verificare e diffondere notizie positive con ogni mezzo editoriale senza finalità politiche né religiose, ma con l’idea di divulgare semplicemente la necessità di un’informazione più equilibrata basata sul giornalismo costruttivo attraverso attività editoriali, culturali e formative.

Nel 2005 vede la luce il primo numero del periodico cartaceo, distribuito fino al 2008 prima in edicola e poi free-press.

La rivoluzione digitale degli ultimi anni ha imposto una rivisitazione del progetto, che nel 2012 diventa completamente digitale con una rivista interattiva per tablet e un aggregatore mobile di sole notizie positive.

Al fianco dell’associazione culturale, trasformatasi nel frattempo in Associazione di Promozione Sociale, nasce Buone Notizie Communication Farm srl, una start-up innovativa che produce e innova prodotti e processi per il settore dell’editoria.