Telecamera di sorveglianza registra sorprendente atto di onestà

Un paio di settimane fa, le telecamere di sorveglianza di un negozio di Wayne, città del New Jersey (USA), hanno registrato uno straordinario gesto di onestà e correttezza, di quelli che fanno davvero “bene al cuore”. Quattro ragazzi si sono recati presso un negozio di piccoli elettrodomestici e accessori per telefonia per fare acquisti. Una volta entrati, non hanno trovato alcuna commessa. Hanno chiamato, ma non avendo ricevuto risposte, hanno preso ciò che cercavano, hanno lasciato i soldi sul banco e sono usciti. Tutta la scena è stata ripresa dalle telecamere di sorveglianza collocate all’interno del negozio.

Era una domenica pomeriggio e il negozio in realtà era chiuso. Intorno alle sette di sera, la direttrice del negozio, Marci Lederman, ha ricevuto una telefonata dalla polizia che la informava che quattro giovani erano entrati. Arrivata sul posto, Marci ha guardato il video delle telecamere di sorveglianza insieme ai poliziotti e a questo punto è arrivata la sorpresa: quattro giovani entrano e cercano immediatamente qualche commesso, ma non ricevono risposta. Dopo un primo momento di sconcerto e di esitazione, scelgono un cavetto, cuffie e batterie, controllano i prezzi e lasciano il denaro sul banco.

La polizia, in seguito, ha verificato che la serratura dell’ingresso non funzionava correttamente e che le luci del negozio erano rimaste accidentalmente accese, in modo tale che il negozio sembrava essere aperto al pubblico. Quando i quattro ragazzi, infatti, hanno spinto la porta, questa si è aperta senza difficoltà, e loro sono entrati. “Hanno lasciato sul banco non solo l’importo esatto, ma anche l’IVA”, ha spiegato Marci Lederman. “E’ fantastico che ci siano ancora persone con la forza morale di non fare la cosa sbagliata quando, invece, potrebbero tranquillamente fare il contrario”.

Dal video, infine, è stato possibile identificare i ragazzi protagonisti di questo bel gesto di onestà: si tratta di quattro giocatori di football della William Paterson University. La notizia del loro gesto ha subito fatto il giro della città e i quattro sono stati elogiati pubblicamente. La direttrice del negozio, il martedì successivo all’accaduto, si è recata personalmente alla William Paterson University per ringraziarli e consegnare a ciascuno un buono acquisto del valore di 50 dollari.

Uno dei ragazzi, Kell’e Gallimore, si è detto sorpreso di tutto quel clamore: “Era un semplice cavetto da quattro dollari. Non pensavo che sarebbe stato considerato un gesto tanto speciale. Ho letto la notizia sul mio portatile: era proprio lì davanti a me, in prima pagina”, ha spiegato, “mi è venuto da ridere, perché ero diventato, come dire, famoso in tutto il mondo”.

Thomas James, da parte sua, ha detto:Non siamo tutti ladri. Non si può giudicare una persona dall’aspetto esteriore”. Mentre, Jelani Bruce, ha raccontato che suo padre gli ha detto: “Sono orgoglioso di te, perché hai fatto la cosa giusta”.

A proposito, che fine ha fatto la porta d’ingresso? E’ stata immediatamente riparata!

Lascia un commento