Riunite due gemelline separate alla nascita

Quella di oggi è la storia a lieto fine di Ivy e Lynette, due gemelline che erano state separate a soli 3 mesi di vita e che oggi, grazie all’adozione da parte di una famiglia dell’Oklahoma (USA), si sono finalmente ritrovate.

Tutto è iniziato un paio d’anni fa, quando le piccole avevano appena 3 mesi ed erano state affidate, separatamente, alle cure delle loro parenti più prossime: una nonna e una prozia. Le due anziane signore sono anche lontane parenti di Christie Mullin, che – pur avendo già 3 figli – ha subito espresso il desiderio di adottarle entrambe, affinché potessero vivere e crescere insieme, nonostante le case della nonna e della prozia delle bimbe “fossero piene d’amore”.

Le bambine erano state date in affidamento alle due anziane signore a causa della grave situazione familiare in cui si trovavano (ulteriori particolari non sono stati resi noti). Entrambe si auguravano di poter vivere abbastanza per vedere le piccole andare all’Università e laurearsi, ma l’idea che vivessero con Christie, che crescessero insieme e che avessero persino dei fratellini non le lasciava indifferenti.

A questo punto, però, Christie doveva superare lo scoglio maggiore, cioè il marito Markwayne. Markwayne ammette che all’inizio non era entusiasta all’idea di allargare ulteriormente la famiglia, dal momento che la coppia ha già tre figli: Jim, di 9 anni, Andrew (8) e Larra (5).

“Le ho detto”, ha dichiarato alla stampa Markwayne Mullin, “ti ricordi che sono via per lavoro, che stai crescendo tre figli da sola, che ti devi occupare anche dell’azienda agricola? Ti ricordi che hai già tutte queste responsabilità? All’epoca non sapevamo come avremmo gestito queste nuove responsabilità” e afferma che oggi non potrebbe “essere più felice”.

Christie e il marito hanno avuto in affidamento le piccole a Natale dell’anno scorso, ma l’adozione è stata formalizzata il 21agosto 2013. Ivy e Lynette si sono integrate subito e, da quando non sono più separate, sembrano stare molto meglio.

“Sono dolcissime. Con chiunque parliate, tutti vi diranno che i gemelli devono stare insieme. Il loro legame è incredibile”, ha continuato. Per la mia famiglia sono una benedizione… Non hanno mai avuto dei genitori da poter chiamare “mamma” e “papà”. Dovreste vedere i miei figli come sono protettivi nei loro confronti. I maschi non le perdono di vista un attimo e mia figlia minore è già entrata nel ruolo di “sorella maggiore”.

Ed ha concluso dicendo che Lynette ed Ivy gli hanno insegnato molte più cose di quanto immaginasse: “La gente mi dice: siete una benedizione per quelle due bambine. Ma io vi dico – nel caso in cui qualcuno di voi stia pensando di adottare un bambino – che riceverete da loro molto di più di quello che possiate mai dare”.

Lascia un commento