Studentessa insegue scippatore e lo mette ko

Quando ha sentito le urla disperate di un’anziana signora che era appena stata derubata, non ci ha pensato due volte: ha inseguito il malvivente e l’ha bloccato, immobilizzandolo fino all’arrivo delle forze dell’ordine.

La protagonista di questo episodio a lieto fine si chiama Ilaria Cariello (nella foto sotto) ed ha 22 anni. Qualche giorno fa, Ilaria si trovava a Pisa, dove frequenta Veterinaria, ed era appena uscita dalla Facoltà universitaria, quando ha assistito ad uno scippo.

Una signora anziana, che aveva appena ritirato dei soldi alle Poste, camminava davanti a lei, quando all’improvviso è apparso un uomo che le ha strappato la borsetta e si è subito dato alla fuga. Di fronte alla disperazione dell’anziana signora, Ilaria, con grande coraggio (e forse un po’ di incoscienza), si è lanciata subito all’inseguimento.

Ilaria2Senza pensare che il ladro potesse essere armato e pericoloso, Ilaria lo ha rincorso e raggiunto, riuscendo a tenerlo fermo fino all’arrivo della Polizia.

Ilaria, che non è solo studentessa universitaria, ma anche campionessa di salto in lungo in forze all’Atletica Livorno, non ha pensato nemmeno per un attimo alla propria incolumità, ma solo ad aiutare la vittima dello scippo.

Ilaria se l’è cavata con qualche leggera escoriazione, mentre al malvivente è andata peggio: è stato scortato (e piantonato) in ospedale a causa del setto nasale rotto e di tre costole incrinate. Ilaria, infatti, oltre che essere campionessa di atletica, ha frequentato anche un corso di autodifesa.

Appresa la notizia, il sindaco di Livorno, Alessandro Cosimi, ha telefonato ad Ilaria per complimentarsi del gesto di coraggio e altruismo e per offrirle una targa-riconoscimento. La ragazza, però, ha preferito declinare l’offerta, augurandosi di spegnere, il prima possibile, i riflettori su questo episodio.

“Onestamente non pensavo che la cosa prendesse una piega così su larga scala”, ha dichiarato Ilaria Cariello ai media locali, “io ho solo fatto quello che chiunque di noi dovrebbe fare in queste situazioni e sono sicura che molta altra gente come me lo avrebbe fatto. Quello che avevo ed ho intenzione di fare è mandare un bel messaggio, che spero sia arrivato”.

“Il mio gesto era per far riflettere”, ha concluso, “non per farmi dire “brava” e, nemmeno, ho intenzione di avere premi e riconoscimenti. Premi e medaglie devono andare a ben altre persone”.

Lascia un commento