Cosa c’è dietro la partita italiana sul Digital Single Market

L’Europa svolge un doppio ruolo di sprone e vigile sull’Italia, per lo sviluppo digitale. Un ruolo complesso, quindi, che non è ancora chiaro a molti. Ma è opportuno metterlo in luce, proprio in questa fase delicata, in cui dovrà passare da Bruxelles la nostra strategia banda ultra larga e Crescita Digitale (per un totale di 6,5 e 4,5 miliardi di euro pubblici). Al tempo stesso, le istituzioni Ue stanno lavorando a un piano di rilancio del mercato digitale europeo. È dello scorso mese la presentazione della strategia per il Digital Single Market, da parte della Commissione europea, e al tempo stesso siamo alle battute conclusive (che richiederanno alcuni mesi ancora) per il pacchetto del Telecom Single Market. Sprone e vigile, quindi, dicevamo. Con diversi strumenti e prerogative, che qui in Italia – concentrati come siamo sui fattori di politica nazionale – siamo al solito tentati di sottovalutare. Vediamo quindi che cosa ci aspetta. I 3 PILASTRI DEL NUOVO MERCATO DIGITALE UNICO Ben 16 punti per generare un’ulteriore crescita economica di 415 miliardi di euro grazie al digitale. Possiamo riassumere così la strategia presentata dalla Commissione europea. Per la precisione, l’obiettivo è creare un mercato digitale unico, senza frontiere, tra i … Continua a leggere →

[themoneytizer id=17261-16]