Banda larga: l'Agcom interviene sulla velocità di connessione dichiarata dagli operatori

L’Agcom ha messo a punto uno strumento gratuito online per verificare se la velocità di connessione che paghiamo è effettivamente quella pattuita. Un fenomeno molto diffuso in Italia che finalmente verrà smascherato.

Dai blog e i forum, le lamentele dei consumatori si sono estese fino a trovare voce su pagine prestigiose come quelle d Wired. Ma l’Agcom stava già lavorando per dare una risposta alle denunce di migliaia di consumatori che si sentono truffati perché, nonostante paghino cifre anche elevate per una connessione veloce a banda larga da 20 megabit al secondo si ritrovano con tempi di caricamento lumaca, stile doppino telefonico.

L’Agcom, l’Authority garante per le comunicazioni, ha creato infatti il modo per misurare internet grazie a Ne.Me.Sys – acronimo di Network Measurement System – , il software online gratuito, a disposizione di tutti, con valore probatorio in caso di contenzioso. Collegandosi al sito Misura Internet possiamo verificare in tempo reale se la promessa del nostro operatore fornitore di connessione è effettivamente quella contrattualmente dichiarata.

Misurare la propria connessione è molto semplice. Basta registrarsi (gratuitamente) e scaricare il software (per piattaforma Windows, Mac o Linux) che si installerà automaticamente e inizierà le misurazione per almeno 24h. I dati raccolti vengono poi raccolti un pdf (ecco il documento con valore legale) a disposizione dell’utente che può a quel punto iniziare l’eventuale pratica di rescissione del contratto per inadempienza o rasserenarsi che i suoi soldi sono ben spesi.

Esistono in Europa altri software del genere  ma l’Authority italiana vanta il primato di aver fornito il primo autenticato e con valore documentale, una bella conquista in campo di legalità e trasparenza.

Il Tutorial AgCom per misurare la connessione internet

Lascia un commento