Le scommesse più bizzarre durante i Mondiali di calcio

I Mondiali di calcio vengono spesso ricordati per gli episodi più strani o per gli eventi più improbabili che sono accaduti e che sono stati poi oggetto di scommesse. Infortuni, telecronaca, nazionali più deboli, si può puntare su qualsiasi cosa, purché ci sia una probabilità che accada: per questo Totosì ha realizzato un’infografica che illustra le scommesse più bizzarre della storia dei Mondiali e quelle ritenute difficili ma non impossibili del grande evento calcistico di quest’anno.

Quali saranno allora le puntate sui Mondiali di Brasile 2014? L’infografica illustra le quotazioni legate alle possibili sorprese.


Clicca per ingrandire

Durante i Mondiali precedenti invece hanno spopolato le scommesse più bizzarre: Maradona discuterà con uno dei suoi giocatori? Il telecronista citerà il Big Mac o la Coca Cola nella partita d’esordio dell’Inghilterra? Quante saranno le barelle in campo? Rooney verrà per l’ennesima volta cacciato fuori dal campo? La stima del coinvolgimento dei telecronisti sudamericani, per esempio, è stata tale che in una eventuale finale con Brasile o Argentina, un urlo del gol dell’1-0 inferiore ai 15 secondi fu bancato 40 a 1.

La particolarità di queste scommesse è che sono aperte fino agli ultimi minuti dal termine della partita e che la puntata avviene praticamente a scatola chiusa.

A contribuire all’atmosfera da pronostico bizzarro ci sono le tradizionali mascotte che predicono il futuro: dopo il Polpo Paul che si esprimeva sul risultato delle partite di calcio della Nazionale tedesca arrivano i primi rumors da Germania e Cina: l’Orango Walter che sceglie le magliette dei team in sfida e i Cuccioli di Panda che dovranno scegliere tra tre diverse ceste di bambù, ognuna delle quali rappresenterà i segni in schedina (1, X, 2).

Lascia un commento