In Svizzera la prima votazione via Internet

Il 19 Gennaio, i residenti di Anières, un piccolo comune di 1915 abitanti situato nel Cantone di Ginevra, hanno avuto la possibilita’, per la prima volta in Svizzera e nel mondo intero, di votare via Internet. La votazione, che fa parte di un piano piu’ articolato del governo svizzero che prevede l’estensione di questa possibilita’ nel prossimo futuro anche ai cantoni di Zurigo e Neuchâtel, era riferita ad un referendum che interpellava i cittadini sull’opportunita’ o meno di sbloccare i fondi necessari alla ricostruzione di un palazzo situato nel paese stesso.I voti presentati via Internet sono stati 323, quelli presentati per posta (un altro sistema introdotto da tempo in Svizzera per aumentare la partecipazione dei cittadini ai referendum, molto frequenti a causa della particolare democrazia diretta svizzera) 370 e soltanto 48 persone si sono recate ai seggi. Per la cronaca, i “si`” hanno prevalso. Secondo i sondaggi, il voto via Internet incontra il favore di una larga percentuale della popolazione svizzera, in particolare proprio nel Cantone di Ginevra, sede tra le altre cose del CERN, in cui ben piu` della meta` delle case e` online. Il sistema, pero`, fa nascere anche non poche preoccupazioni sulla privacy che e` in grado di garantire, dal momento che, per votare, era necessario immettere luogo e data di nascita ed un PIN unico che era stato precedentemente recapitato per posta ad ogni elettore. I progettisti del sistema si difendono affermando che e` molto difficile arrivare ad un compromesso soddisfacente tra la sicurezza del voto e la tutela della privacy dell’elettore.

Lascia un commento