Il cellulare scarico si ricarica nel distributore d'energia

Siamo tanto abituati, frequentando locali aperti al pubblico, scuole, ospedali e ogni altro luogo frequentato da molte persone, a trovare la macchinetta che prima era solo del caffè e che, adagio adagio, è divenuta un vero e proprio dispenser di ogni tipo di bevanda e leccornia in generale, di cui, a quanto pare, non possiamo più fare a meno. Ma in un mondo costellato da apparecchi elettronici, quali cellulari, fotocamere, videocamere, iPod e così via, nessuno aveva mai pensato che questi dispositivi necessitano di energia per poter funzionare. Quando si scarica la batteria e non siamo in grado di ricaricarli in nessun modo, non avendo a portata di mano una presa di corrente, o ancora peggio il caricabatterie, diventano inutili oggetti.
Alla “distrazione” ha messo fine la tecnologia ancora una volta con la creazione di un distributore automatico di ricariche di energia. Il meccanismo è più semplice di quanto si pensi: si lascia l’apparecchio da ricaricare in apposite cassette blindate, si paga e quando l’apparecchio è carico lo si riprende.
In Italia questi distributori non sono ancora diffusi. All’estero hanno appena cominciato, come ha fatto la catena di hotel Novotel, ma quanto prima, accanto ai dispensatori di croissant e latte caldo per la colazione, avremo il nostro bravo dispenser d’energia per il nostro cellulare e non solo.

Lascia un commento