Autista ubriaco? L'auto non si avvia

Un incidente mortale su tre in Europa è legato al consumo di alcool: con questa spiegazione di Ingrid Skosgmo, direttore del Centro di sicurezza di una nota casa automobilistica, è nata l’idea di un sistema che evita la presenta di persone ubriache alla guida. Il sistema, chiamato Alcoguard, si basa sul concetto che, senza fare prima il test sulla quantità di alcool presente nel corpo della persona che si appresta a guidare, il motore dell’auto non si accende.

“Le nostre tre maggiori sfide per creare un ambiente stradale più sicuro – ha continuato il direttore – sono quelle contro l’eccessiva velocità, contro l’uso insufficiente della cintura di sicurezza e contro la guida in stato di ebbrezza. Introducendo il sistema Alcoguard intendiamo contribuire alla riduzione del numero di incidenti provocati da veicoli guidati da persone in stato di ebbrezza”.

Il dispositivo, senza fili e della grandezza di un telecomando, possiede una parte nella quale l’aspirante conducente dovrà soffiare, e il risultato del test verrà trasmesso al sistema di controllo elettronico dell’auto che disporrà per l’accensione o meno della vettura a seconda che si superi o meno il tasso previsto a seconda del paese in cui Alcoguard deve operare.

Il sistema, già utilizzato da diverse forze di polizia in Europa, si ipotizza possa avere come principali clienti le compagnie di taxi, le auto statali e comunali e le vetture aziendali. Nonostante questo, l’usabilità di questo strumento potrebbe estendere il mercato anche a potenziali clienti privati, perché, come afferma David Nilsson, responsabile del progetto Alcoguard, “Abbiamo voluto creare la soluzione più idonea e semplice possibile. La tecnologia dovrebbe richiedere al conducente il minor sforzo possibile. Più è facile utilizzare il sistema, più saranno le persone che ne faranno uso”.

Lascia un commento