Wi-Fi: internet gratis per tutti

Internet gratis per tutta i cittadini. Sarà quello che “colpirà” gli abitanti di Pordenone, prima città italiana a poter usufruire di questo servizio comunale, dalla primavera del 2008. Grazie ad un accordo stipulato tra Comune e Regione Friuli Venezia Giulia, un Protocollo d’Intesa che cerca di creare un sistema di e-governement e di e-democracy, gli abitanti della città potranno disporre di una connessione wireless a costo zero. Agli utenti infatti basterà avere un computer per potersi collegare e navigare gratuitamente. È il primo caso di copertura totale in Italia.

Nei mesi passati, prima Bologna e successivamente Trento avevano dato il via a questo processo con coperture gratuite in alcune zone delle rispettive città. Il capoluogo emiliano, in collaborazione con l’università bolognese, aveva realizzato una delle prime reti pubbliche wi-fi in Europa utilizzando l’estensione della rete civica Iperbole ed andando a dare copertura gratuita ai residenti (ed iscritti alla rete) delle zone comprendenti Via dell’Archiginnasio, piazza Maggiore, piazza Nettuno, via Rizzoli e via Zamboni fino a piazza Verdi.

Il capoluogo trentino invece, ha invece attivato da poco tempo wilmafree, un servizio che consente di navigare in Internet gratuitamente, senza fili e senza un collegamento fisso, a coloro che si connettono da piazza Venezia a viale Verona e che si sono registrati presso l’Alpikom Point o l’Urp del Comune. In questo caso, il progetto, figlio della collaborazione tra Comune, Università, Itc e Alpikom, dovrebbe estendersi pian piano in altre zone cittadine.

Da Bologna a macchia d’olio passando per Pordenone nella totalità, si dimostra che “internet gratis e veloce per tutti” non è un’utopia ma una “bella malattia” che può “colpire” tutta la penisola.

Lascia un commento