Warning: array_key_exists() expects parameter 2 to be array, null given in /web/htdocs/www.buonenotizie.it/home/wp-content/themes/salient-child/single.php on line 19

Niente più paura del cortisone.

Il cortisone è una sostanza prodotta naturalmente dal nostro corpo(più esattamente dalle ghiandole surrenaliche) che attiva l’energia e il metabolismo. Ma certamente è molto più conosciuto come potente antinfiammatorio utile soprattutto per la cura delle malattie respiratorie(in primo luogo l’asma bronchiale acuto) ma anche per febbre, orticaria, forme reumatiche gravi, disfunzioni ormonali e malattie renali. Il cortisone, se usato in dosi massiccie e per un periodo prolungato, può provocare sgradevoli effetti collaterali come iperglicemia, ritenzione di liquidi, osteoporosi, aumento di peso e acne, smagliature, ulcera e glaucoma. Inconvenienti che possono indurre il paziente a quella che in gergo specialistico viene chiamata steroidofobia.
Un problema che ora dovrebbe essere risolto almeno in parte grazie al lavoro dei ricercatori dell’Università di Urbino: gli scienziati dell’ateneo hanno infatti messo a punto una nuova via di somministrazione per mezzo di globuli rossi-navetta.
In pratica, una volta effettuato il prelievo di sangue un apposito apparecchio per circa due ore infonde nei globuli rossi un antiffiammatorio cortisonico a rilascio prolungato, per un mese a quantità costanti. Lo stesso campione sanguigno viene poi reinfuso nel paziente sottoposto a terapia.

Lascia un commento