E' pronto il nuovo passaporto sanitario

E’ in via di distribuzione l’edizione rinnovata del passaporto sanitario, un documento in grado di fungere da identikit sanitario del paziente: questo lo scopo dell’iniziativa di Walter Pasini ed Eolo Parodi, rispettivamente direttore di uno dei tre centri Travel Medicine (struttura che opera sotto l’egida dell’OMS) e Presidente dell’ENPAM (Ente di Previdenza dei Medici e degli Odontoiatri). Il passaporto sanitario si comporrà di tre sezioni che indicheranno dati identificativi del passeggero e chi chiamare in caso di necessità, informazioni su gruppo sanguigno e vaccini (notizie di vitale importanza per il viaggiatore che per motivi di lingua o per stato di incoscienza non fosse nelle condizioni di parlare al medico straniero che lo sta trattando), e infine consigli utili per il viaggiatore.
Il passaporto sanitario sarà distribuito dal medico generico. E’ proprio il medico di famiglia che attraverso timbro e firma certifica il valore del documento e se ne fa garante.
Per venire maggiormente incontro alle esigenze dei viaggiatori il passaporto è tradotto in 9 lingue, dall’arabo al russo fino al cinese. Il Passaporto Sanitario, che si rifà ad una Direttiva Europea del 1984, ha ricevuto il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei ministri, del ministero della Salute, del ministero degli Esteri, della Federazione nazionale degli ordini dei medici e da quella dei farmacisti.

Lascia un commento