Warning: array_key_exists() expects parameter 2 to be array, null given in /web/htdocs/www.buonenotizie.it/home/wp-content/themes/salient-child/single.php on line 19

Nasce la carta deontologica sull'informazione bio-medica

Il presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Lombardia promuove una carta deontologica sull’informazione bio-medica (sul modello di quella toscana). Franco Abruzzo, presidente dell’Ordine, ha infatti dichiarato che il Consiglio dell’ente sta lavorando all’elaborazione della carta deontologica, proposta dal Gruppo 2003, associazione che riunisce gli scienziati italiani che lavorano in Italia e che figurano negli elenchi dei ricercatori più citati al mondo nella letteratura scientifica secondo gli elenchi compilati per le diverse discipline dall’Institute for Scientific Information (ISI) di Philadelphia.

E’ quanto è emerso ieri, al convegno ‘Scienza e Media, un tormentato rapporto: il caso della salute’, tenutosi al centro congressi MIC di fieramilanocity. Il convegno, organizzato dalla Fondazione Carlo Erba e dal Gruppo 2003, con il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti della Lombardia, è uno degli appuntamenti di Aspettando MilanoCheckUp, un ciclo di incontri con protagonisti del mondo della sanità e della medicina in vista di MilanoCheckUp, la nuova mostra della medicina che si terrà nel quartiere fieramilano di Rho dal 6 al 9 giugno.

“La questione di offrire un’informazione corretta e trasparente nel settore bio-medico – dichiara il Prof. Pier Mannuccio Mannucci, Presidente del Gruppo 2003 – è di grande attualità e di primaria importanza. Ogni comunicazione medica che i media diffondono suscita grande interesse da parte dei lettori e va a toccare la loro emotività e ad influenzare le aspettative di vita e di guarigione. E’ importante mettere a punto la carta etica soprattutto in questo momento storico, in cui la sanità è più che mai ‘sotto esame’ e una comunicazione errata, sensazionalistica e superficiale, potrebbere offuscare tutto quello che di buono i centri di ricerca e di cura hanno fatto finora e stanno continuando a fare”.

Lascia un commento