Nuova etichettatura nutrizionale contro l'obesità

Si tratta della GDA (Quantità Giornaliere Indicative, da Guideline Daily Amount) , come sovrappeso e obesità. Mai come oggi il consumatore può scegliere con semplicità i prodotti alimentari in funzione anche dei parametri nutrizionali, che rendono più consapevoli gli acquisti di tutti i giorni in negozi e supermercati. Ora le scelte di acquisto dei prodotti alimentari sono facilitate da una nuova modalità di etichettatura che completa e arricchisce le informazioni nutrizionali apposte sulle confezioni.

La nuova etichettatura GDA (Quantità Giornaliere Indicative, da Guideline Daily Amount) rappresenta una risposta alla crescente richiesta da parte dei consumatori e degli operatori sanitari di maggiori informazioni nutrizionali sulle etichette dei prodotti ed un valido strumento per contrastare la crescente diffusione di fenomeni dovuti alle scorrette abitudini alimentari, come sovrappeso e obesità.

Il nuovo modello di etichettatura, sviluppato su base scientifica e concertato con gli attori della filiera alimentare europea per essere applicata sulle confezioni alimentari nei vari Paesi, e anche in Italia, rappresenta un’innovazione nell’ambito della comunicazione nutrizionale. Adottata su base volontaria da molte aziende alimentari, la nuova etichettatura affiancherà le informazioni nutrizionali già esistenti sulle confezioni dei prodotti alimentari con lo scopo di fornire all’utente finale maggiori informazioni nutrizionali espresse in etichetta in maniera omogenea e facilmente comprensibile.

Le GDA, attraverso una caratterizzazione omogenea, completa e facilmente comprensibile del valore nutrizionale del prodotto, consentono all’utente finale di comprendere le indicazioni nutrizionali riportate sulle confezioni e rappresentano quindi uno strumento per contribuire alla corretta informazione, favorendo una selezione più consapevole da parte del consumatore.

Questo nuovo modello di etichettatura nutrizionale è stato presentato in anteprima nazionale durante il convegno di nutrizione pratica Dietecom Italia, svoltosi nei giorni scorsi a Milano, dal prof. Michele Carruba, direttore del Centro di studi e ricerca sull’obesità dell’Università di Milano. Secondo Carruba, “le GDA, se applicate in modo uniforme sulle confezioni dei prodotti alimentari, rappresentano uno strumento valido per fornire la necessaria informazione relativa al valore nutrizionale degli alimenti e poter dare al consumatore un supporto semplice di confronto che gli permetta di scegliere in modo consapevole e di raggiungere l’obiettivo di abbandonare le sue scorrette abitudini alimentari e migliorare il proprio stato di salute”.

Lascia un commento