Farmaci urgenti anche senza prescrizione

Per chi necessiterà di farmaci con particolare urgenza senza essere provvisto di ricetta sarà presto possibile acquistarli senza la prescrizione fin qui obbligatoria. Lo ha deciso la Conferenza Stato-Regioni. Come ha specificato il Ministero della Salute l’obiettivo principale del provvedimento, che entrerà in vigore dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, è “garantire la non interruzione di un trattamento in corso per i casi di patologie croniche ed acute”. Da sottolineare che l’erogazione dei medicinali non è a carico del Servizio Sanitario Nazionale.

In ogni caso, però, bisognerà portare all’attenzione del farmacista un documento rilasciato dall’autorità sanitaria attestante la patologia, un documento originale firmato dal medico attestante la patologia cronica con l’indicazione del farmaco e una ricetta scaduta da non oltre 30 giorni. Inoltre nella stessa farmacia dovrà essere presente una precedente ricetta o la conoscenza diretta dello stato di salute del paziente da parte del farmacista stesso.

Il provvedimento, di cui si discuteva in ambito politico da quasi due anni, è approdato ad un accordo dopo aver chiarito che la disposizione non intendeva in alcun modo “sfumare” la netta distinzione di competenze fra medici e farmacisti. Non a caso il farmacista deve comunque informare il medico curante e consegnare al cliente una scheda, da inoltrare al medico, contenente la specificazione del medicinale erogato.

Il decreto è stato approvato anche grazie all’input della Ue: la nuova procedura era infatti contenuta nel Codice comunitario sui medicinali per uso umano, in vigore già dal 2006.

Lascia un commento