Warning: array_key_exists() expects parameter 2 to be array, null given in /web/htdocs/www.buonenotizie.it/home/wp-content/themes/salient-child/single.php on line 19

Unicef e Oms, insieme per combattere la polmonite

Oltre 5 milioni di bambini potrebbero essere salvati nei prossimi 6 anni se il Piano d’azione contro la polmonite venisse adottato da tutti i Paesi della comunità internazionale. E’ in base a queste stime che l’Unicef e l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) hanno promosso il “Piano d’azione globale per la prevenzione e il controllo della polmonite (GAPP)”. E stanno cercando per un’attuazione immediata, il sostegno da parte dei governi, delle associazioni e delle imprese donatrici.

L’infezione da polmonite in età pediatrica è connessa alla malnutrizione, le scarse norme igienico sanitarie e il difficile accesso alle cure. Il Direttore generale dell’Unicef Ann Veneman, in una dichiarazione stampa ha affermato <<la polmonite è la principale causa di mortalità tra i bambini sotto i 5 anni d’età, con oltre 4000 decessi al giorno. Interventi efficaci per ridurre le morti da polmonite devono essere utilizzati più ampiamente e resi rapidamente disponibili per tutti i bambini a rischio>>.

Il GAPP prevede la protezione di ogni bambino attraverso cure igienico sanitarie e alimentazione adeguata, la prevenzione primaria mediante vaccinazione specifica, inclusa la vaccinazione contro il morbillo e lo pneumococco, la cura dei bambini con una antibiotico terapia mirata.

Le linee d’intervento mirano al potenziamento dei sistemi sanitari e degli operatori comunitari. Il costo dell’ intero programma, previsto per il periodo 2010-2015 in 68 paesi, viene stimato intorno ai 39 miliardi di dollari. Una Task Force formata da membri Oms, Unicef, agenzie Onu e Ong, coordinerà l’attuazione del Piano globale, sopratutto nei paesi dove gli interventi sono più urgenti. 

Lascia un commento