Per cambiare basta essere un po' curiosi

Ho fatto un breve viaggio di lavoro a Londra (dove adesso si trova la redazione di Buone Notizie per lavorare al giornalismo costruttivo). C’ero stato l’ultima volta parecchi anni fa e non mi era piaciuta moltissimo. L’avevo trovata molto eccentrica, ma l’idea complessiva che mi ero fatto non era delle migliori. Non mi vergogno di dire che, avendo questa idea “vecchia”, e cioè quella che mi ero fatto io stesso quando ero più piccolo, con occhi diversi e per giunta di una Londra che oggi non c’è più, sinceramente non ero nemmeno così contento di tornarci. Poi il giorno della partenza, da bravo ottimista, mi sono detto: “Ok, sono curioso: andiamo a vedere cos’è cambiato!

Non scendo nei particolari di tutte le novità e i miglioramenti che ho trovano nella Londra di oggi, perché non è questo il focus della riflessione, ma dico solo che sono veramente felice di aver “aggiornato” la mia idea su quella città e soprattutto sui suoi abitanti, veramente civili, ordinati, eleganti e persino simpatici.

Leggi anche: Il cambiamento parte da noi: la rivoluzione pacifica di Paola Maugeri

Siamo circondati da cose che cambiano e i cambiamenti positivi partono anche dall’infanzia. Alcuni accadono rapidamente altri lentamente, ma il fatto è che per cambiare bisogna essere curiosi: per scoprire cose nuove, belle o brutte che siano, è necessario essere un po’ curiosi!

Troppo spesso abbiamo dei pregiudizi e rischiamo di andare in giro per il mondo semplicemente con gli “occhi chiusi” a confermare le nostre idee “vecchie” perdendoci l’opportunità di notare che le cose cambiano! Succede con le città, ma anche con le persone, con le situazioni, con i problemi, persino con i film già visti: li vediamo anni dopo e ci sembrano diversi!

Eppure senza la curiosità il mondo ci appare sempre uguale, perché siamo noi a restare identici e ci perdiamo la bellezza del cambiamento… o magari ci concentriamo solo su quello che non c’è più, tanto per lamentarci un po’! La curiosità la puoi esercitare verso un parente che non vedi da anni, verso un problema che non affronti da anni e non significa che se oggi ti ci confronti nuovamente sarà tutto bello e facile… ma significa che scoprirai qualcosa di nuovo e potrebbe anche piacerti! 

Lascia un commento