Warning: array_key_exists() expects parameter 2 to be array, null given in /web/htdocs/www.buonenotizie.it/home/wp-content/themes/salient-child/single.php on line 19

Cambiano le nostre abitudini alimentari

Se l’aspetto etico e responsabile è la prima cosa che vi preoccupa quando fate la spesa, allora potreste entrare a fare parte di un Gruppo di Acquisto Solidale. Tutti siamo consumatori, ma il consumatore del G.A.S. è un compratore critico, che sente il richiamo ad una vita in cui le relazioni umane, la condivisione con amici e vicini, il piacere di mangiare cose buone e genuine tornano ad avere importanza primaria.
Il consumatore responsabile non è attratto da messaggi pubblicitari, ma valuta e sceglie i prodotti in base a criteri stabiliti dal gruppo, quindi da se stesso, e non imposti dal mercato. Fare la spesa non è solo un gesto banale e ripetitivo, ma può assumere una forte valenza sociale, economica e politica.
“Da dove viene il prodotto? Chi l’ha prodotto ha rispettato la natura? È un prodotto di stagione? Come è stato fatto? Qual è il rapporto qualità-prezzo?” Sono queste le domande che il consumatore critico si pone prima di comprare, consapevole che “acquistare” significa “votare”.
Il Gruppo realizza un contatto diretto col produttore, di solito locale, concedendosi il diritto di controllare il ciclo produttivo assicurandosi che tutto avvenga nel rispetto delle norme sanitarie e dell’ambiente. Scegliere prodotti locali significa anche ridurre l’inquinamento, il consumo di energia ed il traffico per il trasporto della merce. Inoltre gli alimenti possono arrivare più freschi sulle nostre tavole. In questo modo viene permesso al piccolo produttore di lavorare e di partecipare ad uno sviluppo sociale sostenibile portando sul mercato sempre più beni biologici a prezzi competitivi, entrando a far parte dei circuiti economici, e contribuisce a non depauperare la ricchezza naturale del pianeta rispettando i suoi equilibri.

Lascia un commento