Registrazione delle nascite, una realtà in Asia e Pacifico

Nonostante il boom delle economie e il rapido sviluppo in molti paesi dell’Asia e del Pacifico, per milioni di bambini viene ancora negato il loro primo e più fondamentale diritto – il diritto ad una identità. Dal 14 al 17 marzo, gli ufficiali di stato civile di 26 paesi dell’Asia e del Pacifico, insieme con gruppi di società, organizzazioni di sviluppo e difensori dell’infanzia e dei diritti umani, si riuniranno a Bangkok per concordare i modi per affrontare il tema della Registrazione di Nascita Universale. Essi cercheranno di garantire che le leggi in vigore e le linee attuative siano applicate-; di affrontare le complessità legali e politiche che impediscono di raggiungere le comunità emarginate; esplorare sistemi accessibili ed efficaci per garantire che ogni bambino venga registrato alla nascita; evidenziare l’importanza della registrazione della nascita e istruire le persone su dove possono accedere a tali servizi; condividere le esperienze sulla registrazione civile durante disastri ed emergenze complesse e individuare misure predisposte.
La conferenza verrà organizzata congiuntamente dal piano Internazionale e dall’UNICEF ed è la quarta del genere a porre in agenda la registrazione di nascita in Asia e nel Pacifico.

Lascia un commento