Sostienici

Dal 2001, desideriamo ispirarti attraverso la visione di un futuro migliore ...e vogliamo continuare a farlo!

Lo dico da tempo, e non sono l’unico: le buone notizie esistono!

Ho ideato questo sito nel 2001, un anno segnato dalla notizia più clamorosamente infausta del nuovo millennio, l’attacco alle Torri Gemelle, trasformando improvvisamente i media, per molti mesi a venire, in veri e propri bollettini di guerra che ipotizzavano scenari apocalittici (poi mai avveratisi). Questa semplice constatazione fece nascere in me la voglia di proporre qualcosa che fosse esattamente l’opposto, creare un progetto che rispondesse, a modo suo, al clima teso del momento: un giornale di notizie positive, che distraesse dalla mole d’informazione univoca e pessimista e stimolasse le persone a osservare anche il “bicchiere mezzo pieno”… Questa clip, tratta dal film ‘Quinto Potere’ girato nel 1976 da Sidney Lumet, rende talmente l’idea ed è così attuale ancora oggi che decisi di adottarla come manifesto…

Non una distrazione sterile fine a se stessa, ma la ricerca di un’altra attualità:

una realtà diversa e meritevole di essere raccontata. A poche settimane dall’11 settembre nacque questo sito. Da allora, io e le persone che hanno collaborato con me, credendo fortemente nella semplicità e nella validità di questa idea, non ci siamo mai fermati! Momenti di sconforto ce ne sono stati tanti durante questi 16 anni: il progetto faticava a decollare, all’inizio avevo poco appeal, gli sponsor mancavano, qualcuno ha abbandonato l’impresa… Seppur con alti e bassi, slanci in avanti e successivi cedimenti, abbiamo sempre tenuto duro affinché il sogno di poter realizzare qualcosa di grande impatto sul mondo dell’informazione divenisse realtà.

Ci è voluto molto tempo e, piano piano il sogno si è avverato: BuoneNotizie.it partecipa e vince il 1° premio nella categoria Social Innovation alla IX edizione di “StartCup Milano Lombardia”, una competizione che premiava il miglior piano d’impresa di giovani start-up del territorio lombardo…

A un mese di distanza, ignaro che la vittoria mi avesse candidato alla competizione successiva, dove confluivano tutti le migliori idee di altri concorsi, il successo viene confermato con un altro 1° premio nella competizione nazionale Working Capital, riaffermandosi come miglior progetto di innovazione sociale su altri 2.139 partecipanti! Decisamente, non me l’aspettavo…

Se avete guardato il video, noterete che – sì, lo ammetto – ho mentito quando ho detto che erano sette anni che ci stavo provando… in realtà erano già dieci! Sette anni prima, invece, è stato quando avevo fondato l’Associazione Buone Notizie (a cui mi riferivo nel video) e con cui ho dato una veste ufficiale a un progetto che fino a quel momento era un semplice diletto.

Fu grazie a queste due competizioni che, insieme al team di allora, è partita la nostra start-up: un’avventura durante la quale abbiamo raccolto molti successi, declinando le buone notizie in due modi, prima attraverso una rivista digitale per tablet, e poi creando un aggregatore di buone notizie per smartphone…

Oltre che un’avventura è stato un percorso di crescita umana e professionale in un contesto completamente nuovo e in via di evoluzione, che prima non esisteva, ovvero l’ecosistema delle start-up, agevolate in Italia da decreti legge, poi diventati legge, i cui vantaggi erano indiscutibili, ma i cui effetti si sono rivelati effimeri o addirittura nulli, come purtroppo avviene spesso nel nostro Paese: ritardi nei decreti attuativi, burocrazia, resistenze all’innovazione da parte del sistema bancario… Eppure, in questo percorso abbiamo conosciuto tante persone che hanno condiviso il nostro progetto, magari hanno solo sposato il concetto di fondo dandoci preziosi suggerimenti per migliorarci, oppure lo hanno condiviso solo in parte raccontandoci il proprio punto di vista… Abbiamo raccolto diverse testimonianze e molte conferme, alcune totalmente spontanee e casuali, come questa…

Forse Enrico Brignano non sapeva nemmeno, allora, della nostra esistenza. Rimedieremo!

Dal 2001 desideriamo ispirarti attraverso la visione di un mondo migliore. Vogliamo continuare a farlo!

Grazie al tuo contributo, potrai:
Generare un impulso positivo
generando una sensazione di piacere e di ricompensa favorendo benessere per noi stessi e per chi ci sta attorno
Aumentare l’entusiasmo per la vita
coinvolgendo una moltitudine di persone e far sbocciare altre piccole grandi azioni che possono a loro volta essere contagiose
Spostare l’attenzione verso notizie positive
inducendo a vedere la realtà con occhi diversi: costanti riferimenti positivi fortificano le nostre credenze produttive

Sostieni BuoneNotizie

Ecco cosa dicono le altre persone che ci hanno seguito fino ad oggi:

“Gentile redazione, ringraziandovi per il pregevole lavoro che svolgete, mi preme confidarvi
che siete stati fonte di ispirazione…”
Stefano Zizzi

“Grazie di esserci!”
Loredana Simoncelli

“Grazie del bellissimo messaggio di gioia che date, in un mondo in cui si sente di tutto e di più solo in negativo, in un epoca in cui si fa terrorismo giornalistico… beh, qui si riacquista ancora un minimo di fiducia nelle persone… ”
Livia Semeraro

“Ho scoperto il vostro sito facendo una ricerca su internet, perché avevo voglia di leggere qualcosa di nuovo!!! Complimenti!!!”
Stefano Zattalino


Le donazioni sono raccolte da “Buone Notizie – Associazione di Promozione Sociale” e sono deducibili per il 26% con la tua dichiarazione dei redditi (ti verrà inviata una formale ricevuta). L’Associazione non è beneficiaria di alcun finanziamento pubblico, a differenza di molte altre testate, perciò il tuo contributo è vitale!

Ti ringrazio fin d’ora per avermi dato la tua fiducia e non esitare a contattarmi per qualunque delucidazione:
puoi scrivermi attraverso la pagina dei contatti. Risponderò personalmente a tutte le vostre e-mail! Grazie!

Sostieni BuoneNotizie

Silvio Malvolti Fondatore di BuoneNotizie.it malvolti