In un momento di forte crisi per il calcio italiano, il buon esempio arriva dalle squadre dilettanti

Mentre Vryzas colpiva la palla di mano e affondava l’Inter con un goal irregolare, sempre in Umbria, ma a Terni, l’attaccante del Campitello Matteo Tozzi, durante una gara del campionato dilettanti rifiutava un rigore assegnato dall’arbitro. Proprio così, il giocatore dopo aver ottenuto il penalty si è avvicinato all’arbitro per spiegargli la dinamica dell’azione, riferendo al direttore di gara di non aver subito alcun fallo. Il fischietto, stupito di tanta sportività gli ha stretto la mano ringraziandolo. C’è da dire, tuttavia, ad onore del vero, che il Campitello stava già conducendo l’incontro contro il Deruta che, alla fine, si è concluso con un sonoro 5-0 per i padroni di casa.

Lascia un commento