Perù, escluso perche' sieropositivo, bomber torna e vince lo scudetto

Dopo essere stato allontanato nel 1998 da alcuni dirigenti perché contagiato dal virus Hiv, e dopo aver lottato a lungo per poter continuare a giocare, vinse la sua sfida contro la discriminazione e il pregiudizio nel 2000 aggiudicandosi lo scudetto: ora a 32 anni e’ tornato a giocare. Si tratta del più grande goleador della storia del campionato peruviano, il brasiliano Eduardo Esidio. Il bomber, quando scoprì di essere sieropositivo ebbe subito la porta chiusa in faccia da parte dell’Universitario di Lima. E dopo un periodo trafelato durante il quale la società peruviana voleva metterlo fuori rosa, fece di tutto per continuare a scendere in campo con successo: e nel 2000 oltre al campionato conquistò l’ennesimo titolo di capocannoniere con ben 37 reti, record assoluto in Perù. Ma Eduardo Esidio ha lo sport nel sangue. Adesso è tornato nel suo Brasile per disputare con il Paulista di Jundiaì il campionato statale di San Paolo.

Lascia un commento