E' nata la "Fondazione Milan", una onlus che aiuterà i meno fortunati

Dopo Inter e Juventus, anche il Milan vuole dare il suo contributo per aiutare chi è in difficoltà. Da ieri, infatti, è nata la Fondazione Milan, un’organizzazione di utilità sociale senza fini di lucro. A presentarla è stato proprio Adriano Galliani, che ne sarà il presidente, ma il numero due rossonero ha tenuto a precisare che il tutto nasce da un’idea di Leonardo: “Da oggi la Fondazione Milan è operativa. Io sarò il presidente di questa organizzazione ma l’anima e lo spirito di tutto è Leonardo. Lo ringrazio molto per aver avuto questa idea, per aver organizzato la voglia di noi tutti di fare qualcosa per chi è meno fortunato. Il Milan è impegnato seriamente in questa iniziativa e la presenza di molti giocatori oggi ne è una dimostrazione. Sono loro a dare l’esempio: ormai sono diventati degli eroi moderni per tutti i ragazzi e credo che la popolarità dei giocatori ci possa aiutare per raccogliere più denaro possibile da devolvere. L’A.C. Milan S.p.A. ha versato i primi fondi, adesso tocca a tutti. Vogliamo trasmettere un segnale positivo ed è per questo che Paolo Maldini, simbolo di positività, è nel consiglio di amministrazione. La nostra è una fondazione a largo statuto: aiuteremo bambini, adulti, anziani a livello locale, nazionale ed internazionale. E per questo ci affideremo all’esperienza di Leonardo che dopo il 30 giugno, giorno della scadenza del suo contratto da giocatore, avrà un posto nella dirigenza rossonera. Lui è il vero spirito di questa Fondazione. Spero che tutto il mondo Milan capisca che tutto quello che stiamo facendo è molto importante, tanto quanto un gol in più da segnare”.E Leonardo, l’anima di questa nuova avventura rossonera, che nella sua carriera e’ stato anche capitano della nazionale brasiliana e che anche in Brasile e’ stato promotore di un’iniziativa analoga, denominata ‘Gol De Letra’, volta appunto al sostegno di associazioni impegnate nel cosiddetto terzo settore, non nasconde la sua emozione: “Aiutare chi ha bisogno è la cosa più importante. Nel Milan la voglia di fare qualcosa a livello sociale c’era da tempo. Adesso abbiamo solo organizzato le volontà e il nostro obiettivo è quello di avere un risultato effettivo. Raccoglieremo i fondi per aiutare le associazioni in modo diretto, questo è il nostro punto di partenza. Per ora sosteniamo progetti già esistenti. Inizieremo con il seguire l’associazione per i bambini cardiopatici nel mondo e il nostro uomo immagine, per questa campagna, sarà Filippo Inzaghi”.

Lascia un commento