Solidarietà a tutto campo

Anche il mondo del calcio, durante l’attraversamento del periodo più difficile della sua storia, ha voluto dare il suo prezioso contributo con importanti azioni di solidarietà durante queste feste natalizie. Le iniziative sono state molteplici da parte di numerose società e calciatori. Difficile fare una stima degli interventi a favore del mondo del volontariato.
Tanto per cominciare con qualche esempio, il neo ambasciatore dell’Unicef, Francesco Totti, ha finanziato l’acquisto di due macchinari ospedalieri utili alla conservazione delle cellule staminali per i trapianti di midollo osseo a favore dei bambini malati di leucemia. Il capitano della Roma ha anche sostenuto la causa per il servizio di tele-assistenza per gli anziani, e ha donato l’intero ricavato del suo recente libro auto-ironico all’Unicef.
A Casa dei campioni d’Italia, invece, è stato portato a termine il progetto per l’ospedale Gaslini di Genova, e raccolti quattro milioni di euro necessari alla ristrutturazione dell’Abbazia di San Girolamo. La squadra juventina ha inoltre in cantiere un progetto per l’ospedale infantile Sant’Anna di Torino.
Anche il Milan non è stato da meno, raccogliendo fondi da destinare a iniziative nel Terzo Mondo grazie alla Fondazione Milan, costituita nel Natale del 2002 e presieduta dall’ex campione brasiliano Leonardo.
L’elenco è ancora molto lungo: l’Inter è da anni impegnato a sostenere importanti associazioni come Emergency, e alla nascita di numerose scuole di calcio in Italia e all’estero grazie al programma Inter Campus. Tra i Paesi scelti per questa iniziativa troviamo Colombia, Brasile, Camerun, Bulgaria, Romania, Bosnia, Cina, Israele e Palestina.
E così via, con la Lazio, con i suoi impegni sul fronte della ricerca contro la drenoleucodistrofia e il neuroblastoma infantile; il Chievo, con la lotteria della solidarietà a favore delle comunità brasiliane; il sostegno dell’Udinese a favore della ricerca scientifica; il Modena, il Lecce e il Brescia, che grazie alla raccolta di fondi finanziano la costruzione di nuove strutture sportive all’estero per i campioni di domani.
E non è tutto. Molte altre squadre, come Reggina, Parma, Perugia, Siena, Empoli e Sampdoria, si sono distinte nel campo della solidarietà.

Lascia un commento