L'italia batte la Repubblica Ceca

L’Italia batte 2 a 0 la Repubblica Ceca, chiude in testa il gruppo E dei Mondiali e conquista la qualificazione agli ottavi di finale dei Mondiali evitando il Brasile. E’ Materazzi l’uomo della provvidenza di Lippi. Nel momento piu’ difficile per gli azzurri, con Nesta infortunato e costretto a lasciare il terreno di gioco, il giocatore dell’Inter entra in campo e dopo nemmeno dieci minuti segna di testa il gol del vantaggio. Una partita fino a quel momento complicata da li’ in poi fila via sui binari giusti. La Repubblica Ceca, rimasta in 10 per l’espulsione di Polak alla fine del primo tempo e con un Baros ancora a meta’ servizio, fatica a trovare le soluzioni offensive necessarie all’impresa. Gli azzurri sprecano troppo ma alla fine trovano in contropiede il gol della sicurezza con Inzaghi. La Repubblica Ceca finisce qui il suo Mondiale. Fondamentale al gioco della squadra è stato Meterazzi. Proprio nel momento più difficile della partita, infatti, il centrale dell’Inter pesca il jolly che regala l’1 a 0 all’Italia. Gilardino lotta in area e guadagna un prezioso calcio d’angolo al 26′, Materazzi sale a colpire di testa e sulla battuta di Totti sceglie in maniera perfetta il tempo dello stacco: la conclusione non lascia scampo a Cech e gli azzurri sono in vantaggio. La partita cambia volto e prima dell’intervallo i cechi perdono anche Polak che, gia’ ammonito, falcia da dietro Totti rimediando il secondo cartellino giallo raggiungendo anzitempo gli spogliatoi. In 11 contro 10 e’ tutto piu’ facile per la squadra di Lippi che si concede anche qualche preziosismo di troppo, vedi un tentativo di ‘cucchiaio’ mal riuscito di Totti al 49′. Il n.10 si fa perdonare subito dopo con un destro potente da fuori deviato in angolo da Cech. La sfida fra gli juventini Nedved e Buffon continua anche nel secondo tempo, con il centrocampista che ci prova da tutte le posizioni e il portiere che risponde colpo su colpo. Inzaghi rileva Gilardino a meta’ ripresa e per poco non bagna il suo esordio a questo Mondiale col gol al 68′, quando un rimpallo lo favorisce e la sua conclusione di piatto destro da buona posizione fa la barba al palo. Ci sono praterie per l’Italia, ma gli azzurri non ne approfittano e Nedved prova nuovamente a punirli con un ‘missile’ da fuori al 70′: fra lui e il gol c’e’ ancora una volta Buffon. Il gol cercato da Inzaghi in precedenza, e mancato anche di testa da buona posizione all’83’, arriva quattro minuti piu’ tardi su contropiede: il milanista parte da centrocampo e salta anche Cech liberando il suo grido dopo aver appoggiato di piatto nella porta sguarnita per il 2 a 0. La missione ottavi e’ compiuta.

Lascia un commento