Unicef e Barcellona F.C. insieme per i bambini

Dopo 107 anni di storia, uno dei maggiori club calcistici nel panorama internazionale e campione d’Europa in carica, il Barcelona Futbol Club, porrà sulla propria maglietta un logo: il logo dell’Unicef. Un segno importante, in quanto sancisce formalmente un accordo storico, quello che permetterà a migliaia di bambini di paesi in via di sviluppo di usufruire di fondi adeguati per il sostentamento e la crescita. Infatti il club catalano ha stabilito una donazione di 1,5 milioni di euro l’anno per cinque anni, che saranno versati per i progetti Unicef nel mondo. Per il primo anno i beneficiari saranno i bambini dello Swatziland impegnati nella lotta contro l’HIV/AIDS.

Il progetto mira a due obiettivi fondamentali: sostenere lo sviluppo dei paesi del Terzo Mondo investendo sui bambini e ridare al calcio una dignità internazionale che sembra aver perso da tempo, dimostrando che il fine dello sport è il bene comune.

Lo Swatziland, primo paese beneficiario, combatte da tempo con il tasso di contagio per HIV più alto del mondo: il 43% delle donne visitate in centri d’assistenza prenatale risultano infette dal virus e solo il 10% usufruisce delle cure. L’accordo tra Unicef e Barcelona F.C. dà una ragione di speranza in più a tutti i bambini e alle loro mamme per combattere un nemico più forti di loro solo se rimangono abbandonati.

Questo primo intervento si inserisce all’interno della campagna Unicef: “Uniti per i bambini, uniti contro l’AIDS”, volto a dare una risposta concreta alla pandemia di AIDS che sta colpendo migliaia di bambini nei paesi sottosviluppati. “Il contributo offerto dal Barcelona F.C. è per noi di valore inestimabile”, ha affermato il Direttore Generale Unicef Ann M. Veneman.

Lascia un commento