Paolo Bettini è campione del mondo di ciclismo

La vittoria al più importante appuntamento ciclistico dell’anno – il mondiale su strada – è frutto di un lavoro di squadra eccezionale e delle qualità dell’atleta livornese (detto il “grillo”) che ha saputo superare i velocisti Schumacher e Schleck negli ultimi metri del difficile percorso.
Colpito dalla morte del fratello poco dopo la vittoria dell’anno passato ha saputo rispondere con determinazione e grinta all’importante sfida mondiale. Al termine della gara ha dedicato la vittoria al fratello, alla moglie, ai genitori e alla figlia che ha appena compiuto un anno.

Il campione di 33 anni ha vinto su un percorso, valutato dagli esperti come difficile e massacrante, di 267 km percorsi a oltre 44 all’ora. Bettini (6h 44′ e 43″) ha superato il russo Kolobnev e il tedesco Schumacher. In passato solo Bugno (nel ’91 e nel ’92), i belgi Ronsse (’28 e ’29), Van Steenbergen (’56 e ’57) e Van Looy (’60 e ’61) erano stati in grado di ottenere il doppio successo consecutivo ad un evento di tale rilevanza.

La vittoria di Bettini è anche merito di un ottimo lavoro fatto dal commissario tecnico Franco Ballerini e dei compagni di squadra. Tra i principali ricordiamo Rebellin, che ha infiammato la gara nel penultimo giro, e Ballan, Bertolini, Cunego, Tosatto, Bruseghin e Tonti.

Lascia un commento