La Coppa del Mondo di slalom gigante a Denise Karbon

La Karbon è la nuova regina dello sci, a ben undici anni di distanza, era il 1997 quando Deborah Compagnoni trionfava nella stessa categoria, la nostra Denise è riuscita ad aggiudicarsi la Coppa del Mondo di specialità. In Germania a Zwiesel è stato annullato definitivamente lo slalom per le condizioni meteorologiche proibitive, così la nostra sciatrice ha vinto matematicamente la Coppa grazie ai suoi 560 punti contro i 379 dell’austriaca Elisabeth Goergl.

Certo non è mai bello vincere così, ma facendo un passo indietro, la stagione è stata assolutamente dominata da Denise: cinque i successi su sei gare che hanno demolito le velleità delle avversarie austriache e svizzere.

L’altoatesina nasce il 16 agosto del 1980 in provincia di Bolzano a Bressanone, come tutti i bambini della zona inizia a sciare prestissimo, già a 3 anni infatti sfreccia per le splendide montagne dell’Alto Adige. La grande passione verso lo sci alpino le viene trasmessa dal padre, Arnold, che oltre a lavorare in un negozio di articoli sportivi è un maestro di sci.
Dopo tanti anni di sacrifici Denise riesce a salire per la prima volta sul podio in Coppa del Mondo il 28 dicembre 2002 nello slalom gigante di Semmering classificandosi al terzo posto ed in Alta Badia ha conquistato la sua prima vittoria il 13 dicembre 2003, sempre in gigante.
Gli innumerevoli infortuni ai legamenti delle ginocchia hanno più volte frenato l’ascesa dell’azzurra, determinazione e forza di volontà ci hanno però regalato una vera atleta, sempre pronta a ricominciare, a rimettersi in gioco per raggiungere obiettivi impensabili.
Gli anni più difficili sono passati, ben quattro stagioni senza racimolare risultati interessanti.

Denise è sempre stata presa d’esempio come una delle massime interpreti stilistiche dello slalom gigante. Finalmente superati i guai fisici, oggi ci troviamo di fronte ad un’autentica fuoriclasse in grado di competere sempre per il gradino più alto del podio.

Ma ora godiamoci la grande festa, tra quindici giorni infatti, è previsto in calendario l’ultimo appuntamento della Coppa del Mondo a Bormio.
I preparativi sono già iniziati, sono attese migliaia di persone da tutta Italia e siamo certi che la montagna sarà ricoperta di tricolori verdi bianchi e rossi.

Lascia un commento