Cosa è la Sovvenzione Globale Parchi Letterari?

La Sovvenzione Globale Parchi Letterari (della quale Sviluppo Italia è Organismo Intermediario, in partnership con il Touring Club Italiano e la Fondazione Ippolito Nievo) è un progetto che prevede la creazione e la messa in rete di Parchi letterari (nati da un’idea dello scrittore Stanislao Nievo), allo scopo di promuovere turisticamente alcuni territori del Mezzogiorno d’Italia, vissuti e/o raccontati da autori celebri, non ancora sufficientemente valorizzati. Fine ultimo dell’iniziativa è quello di stimolare una domanda turistica che favorisca la creazione di nuova imprenditorialità giovanile nel settore dei servizi al turismo ed il consolidamento delle realtà imprenditoriali già esistenti.In sintesi, il Parco Letterario è un soggetto di natura no-profit che, prendendo spunto dalle opere che luoghi di particolare bellezza hanno ispirato ai grandi della letteratura, si pone quale animatore turistico e culturale degli stessi, cercando di rileggerne e riproporne le caratteristiche più attraenti.Nell’impostazione seguita dalla Sovvenzione Globale tutto ciò è realizzato mediante l’organizzazione di attività turistiche innovative (visite guidate “animate”, eventi rievocativi, cene storiche ecc.), con la messa a sistema di attività già esistenti e con la promozione sul mercato nazionale del territorio e delle attività svolte, cercando di innestare una strategia di marketing territoriale turistico di stampo letterario.Il Parco si pone, conseguentemente, anche quale catalizzatore ed organizzatore dell’offerta turistica esistente e potenziale dei territori coinvolti, diventando punto di aggregazione di un sistema omogeneo di imprese operanti nel turismo ed in settori limitrofi (artigianato, prodotti agro-alimentari autentici, servizi al turista ecc.) nonché quale stimolo alla nascita di nuove imprese, specie giovanili.Principali destinatari di tale nuova offerta turistica culturale di “nicchia” sono la scuola, il turismo straniero, specie del Nord Europa, il “viaggiatore culturale” (mondo dell’università, studiosi e lettori assidui in genere ecc.), il “turismo sociale”.

Lascia un commento