Vacanze e relax in barca a Capodanno

Sono sempre più numerosi gli italiani che si avvicinano all’affascinante mondo della vela, non solo a quella miliardaria di Coppa America e dintorni, ma anche a quella più umana, accessibile a tutti, del diporto nautico. Ma, mentre ad agosto diventa difficile trovare un imbarco, durante l’inverno molte barche restano ferme in porto. Ed è un vero peccato perché il mare d’inverno è ancora più affascinante.
Forse troppi hanno in testa lo stereotipo del mare come sinonimo di caldo, spiagge assolate e lunghi bagni rinfrescanti sotto un sole abbacinante.
Invece il mare è anche aria fresca e frizzante, sole velato da sottili strati di nuvole, vento gagliardo, tanto atteso d’estate ed ora finalmente abbondante.
Certo, le temperature della costa, normalmente superiori a quelle delle città e dell’interno, possono diventare veramente basse in caso di vento, specie se si è in mezzo al mare. Ma basta coprirsi bene per poter uscire a vela a godersi giornate di stupenda navigazione con luci e panorami emozionanti. Non è indispensabile comperare abbigliamento tecnico specifico, ma quello che indossate sui campi di sci va benissimo per andare in barca. Naturalmente lasciate a casa gli scarponi e mettetevi un paio di scarpe da ginnastica comode.
Numerose scuole di vela offrono barche comode e allo stesso tempo sportive (su un cabinato pesante rischiate di fare vita da albergo) con skipper bravissimi ad insegnarvi i primi rudimenti di vela e con l’esperienza di qualche migliaio di miglia, costellate di qualche burrasca.
Ci si imbarca il venerdì sera. Dopo qualche chiacchiera con gli altri membri dell’equipaggio, ci si addormenta al calduccio a bordo della barca riscaldata da stufette elettriche. Il sabato mattina imparerete le manovre fondamentali e scoprirete il vostro ruolo nell’equipaggio.
Una fantastica navigazione lungo costa vi porterà verso mete nuove. La bassa stagione ha anche il vantaggio che i prezzi dei porti sono molto bassi ed i posti liberi abbondanti.
Durante la sera, l’equipaggio si raccoglierà sottocoperta per gustare una calda cenetta preparata in barca, o, se preferirete, un abbondante piatto di pesce in qualche locale tipico della zona con vista sul mare. Domenica di nuovo in navigazione per tornare al porto di partenza.
Con un weekend in barca si vive una vita completamente diversa dalla vita stressante cui siamo abituati, e si raggiunge un tale relax che la sensazione della domenica sera al rientro in porto è quella di essere stati via una settimana. E allora, come si usa dire tra velisti…buon vento!

Lascia un commento