Viaggiare sì, ma con la testa

Siete tra i 10 milioni di italiani che viaggeranno quest’estate? Qualsiasi sia la vostra meta, la Società italiana per la Medicina dei viaggi e delle migrazioni ha stilato un vademecum di regole, come ha spiegato Angelo Cordone, “per non rovinarsi la vacanza”. Dall’alimentazione alle vaccinazioni, dal caldo alle punture di insetti, la Simvim ci ha messo proprio tutto.

Bere soltanto bevande imbottigliate e sigillate senza aggiungere ghiaccio, sbucciare frutta e verdura prima di consumarla e non bere latte o mangiare latticini non pastorizzati, mangiare solamente cibi ben cotti, ancora caldi, possibilmente non provenienti da venditori ambulanti, sono alcuni tra i consigli per una corretta alimentazione.

E’ altresì opportuno curare l’igiene personale, non solo lavandosi sempre le mani sia prima dei pasti sia dopo l’uso dei servizi igienici, ma anche utilizzando l’acqua potabile anche per lavare i denti e, in mancanza di acqua potabile consumarla solo dopo bollitura o con l’aggiunta di qualche disinfettante.

“I consigli – spiega Angelo Cordone, vice presidente della Simvim – differiscono a seconda che si parta per paesi tropicali, in cui bisognerebbe mangiare cibi ricchi di acqua privilegiando quelli leggeri. O verso quelli freddi, dove si dovrebbe optare per pasti calorici ma riducendo l’alcool”.

La Società italiana per la Medicina dei viaggi e delle migrazioni spiega altresì come difendersi da punture, caldo, jet leg, altitudine e ha tracciato una mappa sulle zone a rischio di contagio da epatite A, epatite B e malaria, oltre ad una lista di tutte le malattie più pericolose spiegando come comportarsi per ognuna di esse e fornendo un elenco completo e dettagliato di tutti i Centri di Medicina dei Viaggi e di tutte le ASL che possono effettuare le vaccinazioni.

A completare i consigli della Simvim, una lista riguardante quali farmaci mettere in valigia e indicazioni su come comportarsi se si portano animali in viaggio.

Lascia un commento