La Turchia del sogno

Da lontano il fianco della collina sembra coperto di neve, nonostante sia luglio. È una neve che brilla sotto il sole estivo, bordata d’azzurro in mezzo alla vegetazione avara. Quando ti avvicini diventa piano piano roccia. Un miracolo, forse. Devono averlo pensato anche gli innumerevoli visitatori del passato, venuti qui cercando la cura o per lo meno un temporaneo sollievo da qualche malattia. Alcuni restavano fino alla morte e venivano poi seppelliti nel cimitero della città.

[themoneytizer id=17261-16]