Rudy Zerbi presenterà il primo Dreamers Day mai realizzato. A Milano il 18 ottobre [VIDEO]

dreamers_day

Si disegnano in noi con naturalezza, affiorano nella superficie dei nostri pensieri, spinti da un desiderio vacuo, inafferrabile, che sta più sotto: sono i sogni. L’iter per l’istituzione della “Giornata mondiale dei sognatori pragmatici” presso l’Organizzazione delle Nazioni Unite, dedicata a una realtà così inconsistente come i sogni, è stato avviato dall’iniziativa di una donna concreta come Francesca Romana Del Nero (nella foto), ex manager in campo finanziario, laureata in Giurisprudenza, con un master in marketing bancario, madre di tre figli. Francesca ha deciso di prendere in mano l’eredità di Stefano D’Anna, scrittore, sociologo, docente internazionale e keynote speaker di convention e forum in Europa, USA e Sud America, mancato pochi mesi fa, lasciando in eredità il suo pensiero attraverso saggi, articoli e libri. Nel 2010, lasciata la dirigenza di GE Capital Interbanca, Francesca fonda la School for Dreamers con l’intento di aiutare gli altri a credere in sé stessi per raggiungere i propri sogni.

In attesa dell’istituzionalizzazione della “Giornata mondiale dei sogni”, allo stesso modo della “Giornata mondiale della pace”, si svolgerà in Italia, a Milano, presso il Teatro Dal Verme, il primo Dreamers Day del pianeta. Sarà Rudy Zerbi, uomo di spettacolo e talent scout, a presentare l’evento il 18 ottobre, dando voce ad un ricco ventaglio di ospiti che dimostreranno, con le loro storie, la possibilità insita in ciascuno di realizzare i propri sogni credendo in sé stessi e nelle proprie possibilità. Tra essi ci saranno Fabrizio Macchi, atleta paraolimpico, medaglia di bronzo ad Atene 2004, Carla Perrotti, straordinaria “attraversatrice” di deserti, il dott. Piermario Biava, medico impegnato da anni nello studio del rapporto tra cancro e differenziazione cellulare, e molti altri personaggi, tra cui medici, imprenditori, scrittori, che hanno aderito spontaneamente all’iniziativa per raccontare i loro sogni realizzati.

“Abbiamo voluto che il primo Dreamers Day venisse fatto proprio in Italia, culla dei grandi sognatori” – spiega entusiasta Francesca – “Il principio del sogno è la certezza di potercela fare e proprio tra tutti coloro che, animati da questa certezza, ci invieranno i loro sogni, ne selezioneremo alcuni che potranno essere condivisi sul palco dai sognatori stessi che ce li hanno inviati”.

A coronamento di una giornata che si prospetta carica di energia positiva, verrà infatti consegnata una borsa di studio per la realizzazione di un sogno, scelto tra quelli che verranno condivisi dai giovani di tutto il mondo. Sul sito DreamersDay.it è possibile iscriversi all’evento o candidare il proprio sogno da realizzare. Fra tutti i sogni candidati, i cinque migliori verranno selezionati, e il vincitore sarà premiato durante l’evento da un’Academy di personaggi illustri con una borsa di studio del valore di 10.000 euro.

Come recita il claim, il Dreamers Day “è il punto di partenza per un evento, una festività planetaria, multiculturale, multirazziale, suggerita al mondo dal nostro Paese che più di ogni altro è stato culla di grandi sognatori e che pertanto ha il compito, il dovere, la missione di ricordare al mondo stesso che il sogno è la cosa più reale che ci sia”Carla Perrotti lo garantisce con forza: “Con preparazione e impegno ciascuno di voi può diventare un realizzatore di sogni”. In questo video ne trovate alcuni. Se il tuo non c’è, prenota subito un posto al Dreamers Day!

4 Commenti

  • Gianni Nuzzi scrive:

    Il mio sogno e': trovare un lavoro in Italia per poter stare vicino alla mia bellissima famiglia visto che attualmente lavoro in Romania…….ma nessuno mi aiuta. Ciao, grazie e……complimenti.

    • BuoneNotizie.it scrive:

      Ciao Gianni, ecco cosa risponderebbe Bebe Vio, di cui parliamo in questo articolo: “Lo chiami ‘sogno’ perché credi di non poterlo ottenere. Chiamalo ‘obiettivo’ e diventerà raggiungibile!”. Ti aspettiamo al Dreamers Day! Un saluto! S.

  • AngeloRivelli Antezza scrive:

    Ciao Gianni, volere e potere, ogni qual volta che mi sono trovato nelle stesse tue condizioni mi sono incazzato con forza ed ho trovato con determinazione quello che volevo, nel 90% dei casi!!!!!

  • Fausto scrive:

    Bene, molto bene. Chissà che la legge d’attrazione venga fuori una volta per tutte!!

Lascia un commento