Nasce la prima nave cargo ad energia solare

By 22 Gennaio 2009 Ambiente

Si chiama Auruga Leader ed è la prima nave cargo che per muoversi utilizza anche l’energia solare. Si tratta decisamente di una svolta storica per l’innovazione in questo campo, nella direzione del rispetto dell’ambiente, le riduzioni delle emissioni e il risparmio energetico. La nave cargo è stata progettata dalla Nippon Yusen K.K., la più grande azienda di trasporti marittimi giapponesi, in collaborazione con l’azienda di distribuzione energetica Nippon Oil Corp., e ha preso il largo per la prima volta partendo dalla città di Kobe.

I trasporti via mare sono stimati essere responsabili del 4,5% delle emissioni mondiali di gas nocivi, quindi causa dell’effetto serra. Le industrie delle imbarcazioni di tutto il mondo sono state infatti messe sotto pressione, da associazioni e governi, per ridurre la loro dipendenza dalle energie fossili.
La nave da carico ibrida solare è uno dei primissimi tentativi di ridurre queste emissioni, anche se i pannelli solari di cui è ricoperta l’Auruga Leader coprono solo una piccola parte del fabbisogno di energia della nave: il sistema ad energia solare infatti potrà generare circa 40 Kilowatts, con i quali inizialmente riuscirà a coprire solo lo 0,2% del consumo di energia dell’intera imbarcazione.

L’energia rinnovabile ricavata dal sole servirà ad alimentare le luci, le cabine dell’equipaggio e gli altri ambienti in cui si svolge la vita di bordo. Si stima in questo modo un risparmio sul carburante del 6,5%.
Il sistema così sviluppato dovrebbe poi influire notevolmente sull’emissione del diossido di carbonio per un valore del 2%, pari a circa 20 tonnellate per anno, come confermato da Hideyuki Dohi, general manager del dipartimento di sviluppo e ricerca energetica della Nippon Oil Corp.

L’Auruga Leader è lunga 200 metri e pesa oltre 60mila tonnellate. Verrà utilizzata per spedire le automobili giapponesi in tutto il mondo, e si stima sia in grado di contenere 4.600 veicoli (ovviamente della Toyota), ed è tappezzata da 328 pannelli solari del costo complessivo di 1,68 milioni di dollari. La società che l’ha progettata si è posta l’obiettivo di raggiungere la copertura dell’intero fabbisogno di energia della nave entro il 2010.

Leave a Reply