Partito il primo Giro d’Italia con mezzi elettrici

di 7 Maggio 2011Ottobre 19th, 2020Ambiente, Video

Oggi sarà inaugurata la prima edizione del Giro d’Italia elettrico, un viaggio lungo tutto lo stivale interamente effettuato su mezzi elettrici, alla scoperta delle eccellenze italiane nel campo dell’energia da fonti rinnovabili e della mobilità sostenibile. In programma dall’8 maggio al 21 giugno 2011, il tour ecosostenibile, promosso dall’associazione Corrente in Movimento, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, è un’occasione importante per far conoscere all’opinione pubblica italiana le imprese, le pubbliche amministrazioni e i centri di ricerca che lavorano per rendere il nostro paese ecosostenibile.

Scopo del primo Giro d’Italia elettrico è quello di confrontarsi sui temi della sostenibilità e della produzione di energia da fonti rinnovabili, che sono fondamentali per il nostro Paese, sia per quanto riguarda la tutela e la valorizzazione del nostro patrimonio naturale, sia per le future prospettive occupazionali ed economiche, soprattutto per i giovani (il team stesso che ha ideato il progetto “Corrente in movimento” ha meno di 40 anni). La carovana elettrica farà tappa in 60 comuni italiani, in ognuno dei quali verranno organizzati incontri tra cittadini, imprese ed amministrazioni, insieme a convegni, concerti, mostre, laboratori didattici su riuso e riciclo, percorsi eno-gastronomici di prodotti bio e prodotti a chilometri zero. Ogni tappa sarà dedicata ad un tema specifico (dal solare al fotovoltaico, passando per eolico, biomasse e idroelettrico) che verrà discusso dai cittadini insieme a scienziati, tecnici, umanisti ed esperti di comunicazione.

In ogni tappa sarà predisposta, intorno all’auto elettrica, un’installazione di grande impatto visivo e saranno proiettati filmati e interviste fatte ad esperti di energia e ambiente, nonché alle amministrazioni pubbliche virtuose e alle aziende che hanno vinto la loro scommessa sulle fonti rinnovabili. Nelle località in cui il mezzo farà tappa verranno organizzate anche visite presso le aziende, gli impianti e/o le amministrazioni pubbliche che hanno aderito all’iniziativa e si discuterà di ciò che è stato realizzato e dei progetti futuri. Durante ogni sosta il mezzo diventerà uno sportello informativo a disposizione dei cittadini, dove personale altamente qualificato fornirà gratuitamente informazioni riguardo all’utilizzo delle fonti rinnovabili, agli interventi di efficienza energetica, agli incentivi, ai finanziamenti, ecc.

L’auto elettrica utilizzata per il tour – una nuova 500, motorizzata dalla società Micro-Vett di Imola, avente un’autonomia di 145 km e una velocità massima di 115 km/h – tesserà una “rete” ideale tra i comuni che hanno scommesso sull’efficienza energetica, sull’energia rinnovabile e su un futuro migliore per l’Italia. Lungo il tragitto, saranno ospitati a bordo della 500 personalità del calibro di Margherita Hack, Mario Tozzi e Luca Mercalli, nonché amministratori, ricercatori, imprenditori e cittadini. Chiunque potrà viaggiare insieme alla carovana elettrica: sul sito www.correnteinmovimento.it, infatti, è possibile “acquistare” uno o più chilometri del viaggio e, tra tutti i partecipanti alla campagna di finanziamento, verranno sorteggiate tre persone che saliranno a bordo della 500 e vivranno una tappa in prima persona. Il viaggio, inoltre, sarà presentato in tempo reale sul sito internet ufficiale dell’iniziativa, dal quale sarà possibile scaricare tutti i podcast degli incontri, i filmati e il materiale informativo.

Il primo Giro d’Italia elettrico, quindi, sarà un viaggio pulito, ad emissioni zero e “silenzioso”, ma che farà parlare molto di sé, per dimostrare che l’energia da fonti rinnovabili e la mobilità sostenibile non fanno parte di un futuro lontano, ma sono molto più vicine e portata di mano di quanto pensiamo.

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillati e fake news!

No Comments

  • attilio ha detto:

    Una nota:
    va bene personalità come la Margherita Hack e Mario Tozzi, Luca Mercalli è persona nota.
    Vanno benissimo le energie rinnovabili ma intanto si potrebbe risparmiare e non lo dico tanto a voi quanto a quelli che inutilmente
    prendono aerei di stato per presenziare ad una partita di calcio!

  • IppoKiro ha detto:

    Allora qualcosa si muove!!!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.