Nasce a Bolzano innovativo quartiere eco-sostenibile

By 22 Novembre 2011 Ambiente

Sta per essere completato “CasaNova”, il nuovo quartiere eco-sostenibile ubicato nella zona meridionale della città e fortemente voluto dal Comune di Bolzano secondo elevati standard di innovazione e qualità, mobilità sostenibile, risparmio ed efficienza energetica. L’eco-quartiere – parte del quale è in edilizia convenzionata – sarà terminato entro il 2012 e darà alloggio, complessivamente, a 3.000-3.200 persone per un totale di circa 940 appartamenti. La progettazione, che è stata affidata – attraverso una gara internazionale – ad un gruppo di lavoro interdisciplinare, prevede la realizzazione di otto “corti”, costituite da 3 o 4 edifici l’una, che si affacciano su uno spazio verde comune e sono collegate da una serie di piste ciclopedonali, più una ”corte” centrale avente una funzione “mista” (commerciale, terziaria, residenziale e pubblica).

Gli eco-edifici, le cui prime unità abitative sono state consegnate nel 2009, sono caratterizzati da standard di isolamento termico molto elevati: tutti i fabbricati hanno una forma compatta e regolare, che permette di massimizzare il volume minimizzando la superficie disperdente calore. Sono previsti sistemi di riscaldamento e raffrescamento a pannelli radianti e un sistema di ventilazione controllata con recupero termico. L’altezza dei fabbricati varia a seconda della loro posizione, limitando così gli effetti di ombreggiamento ed ottimizzando la superficie irradiata dal sole: gli edifici posti a nord di una “corte”, ad esempio, sono più elevati di quelli a sud.

Tutti gli edifici sono dotati di tetti verdi e giardini pensili, e grande attenzione è stata posta alla conservazione e gestione delle acque meteoriche, che vengono raccolte sia per uso pubblico (irrigazione delle aree verdi) che privato (irrigazione dei giardini, alimentazione dei WC). Nel quartiere è stato fatto largo uso di fonti energetiche rinnovabili attraverso l’installazione pannelli fotovoltaici e solari, che consentono la produzione di elettricità e acqua calda sanitaria. Uno degli otto “castelli”, inoltre, è dotato di un impianto per lo sfruttamento dell’energia geotermica, che consentirà il raffrescamento degli ambienti in estate e il riscaldamento dell’acqua e degli ambienti in inverno. Si calcola che tutti gli accorgimenti volti al risparmio e all’efficienza energetica adottati nel nuovo eco-quartiere porteranno ad una riduzione dei consumi del 65% rispetto ad un complesso edilizio costruito in modo tradizionale.

Ma non è tutto, la pianificazione urbanistica del Comune di Bolzano prevede anche una sensibile riduzione del traffico automobilistico nel quartiere e l’incentivazione della mobilità sostenibile, attraverso l’integrazione delle piste ciclopedonali del quartiere con quelle già esistenti in città e la realizzazione un capolinea degli autobus e di una stazione ferroviaria sulla linea Bolzano-Merano – che delimiteranno il quartiere “CasaNova” a sud. La stazione e il capolinea, che diventeranno un nodo intermodale e strategico per la mobilità di tutta Bolzano, sono stati fattori determinanti per la progettazione e la scelta dell’ubicazione del nuovo eco-quartiere. Lungo la ferrovia, è prevista la collocazione di una barriera antirumore con impianto solare termico integrato e centralizzato, e la realizzazione di un “biotopo”, una zona umida in grado di produrre effetti positivi sul microclima del quartiere.

Il Comune di Bolzano si è impegnato “in prima persona” nella pianificazione urbanistica dell’area “CasaNova”, definendo ed imponendo norme specifiche e rigorose, finalizzate al raggiungimento di un obiettivo ambizioso: soddisfare le richieste dell’edilizia sociale e convenzionata, ma garantendo al tempo stesso qualità, efficienza energetica e mobilità sostenibile. Per questi motivi, l’eco-quartiere “CasaNova” si configura come un modello insediativo esemplare, una dimostrazione concreta che è possibile coniugare la riqualificazione delle periferie cittadine con un’alta qualità della vita.

Per approfondire:

In Italia, primo parco fotovoltaico multi-tecnologico installato da ente pubblico    
Fotovoltaico: Italia prima al mondo per nuove installazioni