Nuove turbine eoliche ispirate alla memoria umana

La tecnologia si ispira alla mente umana. Circuiti che “pensano” come il nostro cervello. Nuove frontiere per la ricerca scientifica. E’ questo l’approccio utilizzato da un team di ricercatori cinesi per rendere più efficienti le turbine eoliche. Questi scienziati hanno, infatti, sviluppato un sistema di controllo delle turbine ispirato ai metodi del comportamento umano, per rendere più performante la produzione di energia pulita.

Il nuovo sistema di controllo delle turbine eoliche usa il “ricordo” delle esperienze passate per generare azioni nuove. Ad ogni azione umana, gli scienziati ne hanno contrapposta una del sistema di controllo della turbina: per esempio,  al ricordo delle passate esperienze, i ricercatori hanno contrapposto l’analisi dei precedenti segnali generati dal sistema; agli obiettivi umani, il raggiungimento della risposta desiderata dal sistema; al paragone con gli errori del passato, il controllo delle difformità della turbina.

Gran parte delle turbine eoliche tradizionali, invece – spiegano i ricercatori – sono disegnate per produrre la maggior quantità possibile di energia quando il vento raggiunge una certa velocità, detta “velocità nominale”. Quando questo valore è minore o maggiore dello standard imposto, i sistemi di controllo della turbina possono variare alcuni parametri, come, ad esempio, modificare l’angolo delle pale: cambiamenti che aiutano a mantenere la resa energetica alta in caso di venti deboli o che proteggono la turbina dai danni nel caso di venti forti. Sistemi, a detta del team di ricercatori che ha studiato il nuovo modello, che sono molto complessi, oltre che costosi.

Il nuovo metodo, durante le simulazioni, ha dato inizialmente risultati poco performanti, ma ha saputo dimostrare di saper “imparare” e migliorare rapidamente, adattandosi alle performance raggiunte dai tradizionali e più costosi sistemi.

“Il metodo, ispirato ai modelli di comportamento umano è molto interessante” spiegano i ricercatori, che concludono: questo studio racchiude in sé molte potenzialità per migliorare l’efficienza dell’energia eolica. Una forma di energia che, è bene ricordarlo nell’Anno Internazionale della Sostenibilità, è ricca di benefici per l’economia e e per l’ambiente.

La ricerca, i cui autori principali sono YongDuan Song, WenChuan Cai, Peng Li e YongSheng Hu, è stata recentemente pubblicata sul Journal of Renewable and Sustainable Energy.

 

Per approfondire:

Italia: boom di impianti da fonti rinnovabili
2012: anno internazionale dell’Energia Sostenibile

 

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.