"Slow Park": i grandi parchi abruzzesi promuovono il turismo anti-stress

By 20 Giugno 2012 Ambiente

L’Assessorato Regionale al Turismo dell’Abruzzo ha coinvolto le principali aree protette in un progetto di promozione territoriale denominato “Slow Park”. Obiettivo del progetto, finanziato attraverso lo strumento europeo Por Fesr, è implementare un turismo “lento” e senza stress, particolarmente congeniale al territorio abruzzese dei parchi. Un turismo “rilassato”, dai tempi dilatati, fondato sulle qualità di una natura superba ed incontaminata, aria salubre, buon cibo, cultura, spiritualità ed arte.

Nel “Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga” il progetto ”Slow Park” interviene – per cominciare – nell’area dei Monti della Laga con l’obiettivo di rilanciare il sistema ecoturistico del “Ceppo”, rinomata e suggestiva località del comune di Rocca S. Maria (Teramo) che diventerà luogo strategico dal quale irradiare un processo di rivitalizzazione di tutto il comprensorio, dei suoi valori ambientali e di cultura materiale.

Un processo che potrà portare nuova linfa al territorio e che prevederà  la valorizzazione ed il rilancio delle infrastrutture esistenti, che potranno ospitare attività didattiche e di educazione ambientale rivolte al mondo della scuola.

Inoltre, sarà prevista la riqualificazione ed il miglioramento dei sentieri pedonali e cicloturistici, la realizzazione di un parco avventura e l’adeguamento delle infrastrutture affinché possano essere fruite anche dai diversamente abili.

Per sottolineare, in forma partecipata, presupposti ed obiettivi del progetto “Slow Park” per il Ceppo, una prima intensa giornata di festa si è tenuta domenica scorsa, 17 giugno 2012, completata da un’escursione guidata dalle “Giovani Bussole del Parco”  – una delle più interessanti ed appassionate esperienze di educazione alla sostenibilità ambientale, originatasi spontaneamente nel territorio comunale di Valle Castellana (Teramo) – e da un ricco repertorio di canti del folklore abruzzese.

 


Leave a Reply