Cargo-bike: consegne a domicilio agili ed ecosostenibili

By 14 Agosto 2012 luglio 12th, 2019 Ambiente

Arriva anche in Italia, dal nord Europa, il servizio di “cargo-bike”, cioè la consegna a domicilio di pacchi e pacchetti, ma in bicicletta. Consegne agili, ecologiche ed ecosostenibili, ideali – in particolare – per i centri storici delle città. Le consegne vengono fatte attraverso biciclette speciali che arrivano dalla Danimarca – ma che si producono anche in Olanda, in Germania e nel Nord Europa, cioè là dove è normale fare le consegne in bicicletta e dove la mobilità sostenibile è davvero di casa.

Le speciali biciclette possono avere 2 ruote oppure 3 (nelle foto, alcuni esempi), ma a Brescia, almeno per il momento, ne avranno 2 e, da settembre, si vedranno circolare in città. E’ questo il nuovo servizio di “cargo-bike” effettuato da “Bicilogistica”: 3 cargobiker a bordo di “due ruote speciali” che effettueranno eco-trasporti da negozi e uffici su tutto il territorio comunale di Brescia. Ad avviare l’attività  è Alberto Tira, insieme a due amici. Complice la crisi occupazionale e la passione per le due ruote, i tre amici si sono inventati un nuovo lavoro.

Si tratta di un progetto di matrice privata, ma che l’amministrazione comunale di Brescia vede con favore. E pure le organizzazioni del commercio. Alberto Tira e gli amici hanno avuto contatti con il Comune, ma anche con Ascom, Confesercenti e “Consorzio Brescia Centro”. Quest’ultimo ha già acquistato un pacchetto di ben 1.000 servizi a domicilio che i negozianti, suoi associati, potranno offrire ai loro clienti.

Il progetto è in marcia e a settembre sarà una realtà. E a quel punto, i cittadini potranno farsi arrivare a casa quanto acquistato in negozio: accordandosi con il commerciante, con un colpo di telefono o una mail. Qualsiasi cosa, o quasi, può esserne l’oggetto. Il volume non deve spaventare, perchè quelle in questione non sono bici normali, ma, per la loro speciale conformazione, permettono di trasportare merci più voluminose di quelle che stanno nel cestino di una bici normale o su uno scooter.

Il servizio di cargo-bike verrà presentato ufficialmente a settembre, in Municipio e nello stesso mese diventerà operativo. Il periodo per lo sturt up del servizio è stato individuato, non a caso, nella “Settimana della mobilità sostenibile” che va dal 16 al 22 settembre 2012, quando “Bicilogistica” avrà uno suo stand in piazza Loggia.

Senza che vi sia una precisa progettulità comune, anche questo servizio va nella direzione del basso impatto ambientale già visto a Brescia con “Citylogistic”, i furgoni elettrici che dall’Ortomercato di Brescia portano le merci in centro storico. Il raggio d’azione dei cargo-biker sarà, però, più ampio del centro storico vero e proprio, toccando i confini comunali.

E’ corso Cavour la sede dove Tira e soci stanno ultimando il quartier generale, la base logistica delle due ruote scandinave. Ma, come si conviene ad ogni business “moderno”, decisiva per il successo è la dimensione virtuale. Così, oltre alla sede fisica, Tira e soci affidano ad un sito Internet tanta parte di visibilità e contattatabilità.

Un abito per la sera, un paio di scarpe per il lavoro, il pranzo per la famiglia, i fiori per il giardino, ma anche il fascicolo da inviare da un ufficio all’altro, i documenti scambiati tra aziende. Sono molteplici le merci che possono essere spedite in bicicletta, grazie al servizio di cargo-bike.

Un ventaglio che potrebbe allargarsi anche alle medicine, grazie a contenitori appositi e a prodotti che necessitano di conservazione, come il latte. A questo proposito, il Comune ha messo in contatto “Bicilogistica” con la Centrale del Latte di Brescia, con la quale i promotori stanno studiando un servizio di consegne alternativo a quello più inquinate dei furgoni.

Quando l’iniziativa sarà presentata a settembre, i bresciani conosceranno anche il prezziario. Differenze tra una merce e l’altra ovviamente ci saranno, ma la vera discriminate saranno il peso e la distanza della consegna. Che potrà essere effettuata tutti i giorni dalle 9,00 di mattina alle 18,00 di sera, anche se saranno ammesse eccezioni:  “Se si tratterà di venire incontro ad esigenze particolari”, spiega Alberto Tira, come portare un regalo, lo faremo anche il sabato o fuori orario”.

Fonte:  www.bresciaoggi.it

Leave a Reply