Ponte sullo stretto di Messina: sospese le procedure

By 1 Ottobre 2012 Ambiente

Non c’è nessuna intenzione di riaprire l’iter del ponte sullo stretto di Messina. Il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, ha risposto così alle indiscrezioni sulle intenzioni del Governo di fare l’imponente, quanto devastante dal punto di vista ambientale, opera pubblica tra Messina e Reggio Calabria.

Il Ministro dell’Ambiente Corrado Clini, attraverso il suo portavoce, ha fugato ogni dubbio riguardo al futuro dell’opera pubblica: “Non esiste l’intenzione di riaprire le procedure per il ponte sullo stretto di Messina, anzi al contrario, il governo vuole chiudere il prima possibile le procedure aperte anni fa dai precedenti governi, e per farlo deve seguire l’iter di legge”.

Numerose sono state, lo scorso fine settimana, le reazioni alle indiscrezioni secondo cui il governo avrebbe riattivato le procedure per il Ponte sullo Stretto di Messina. A partire dagli ambientalisti, secondo i quali fare il ponte sullo stretto significherebbe una spesa di 8,5 miliardi di euro, mentre il paese soffre a causa del dissesto idrogeologico e ci sono fondi insufficienti per bonificare i territori devastati dall’inquinamento.

Dopo la smentita del Ministro Clini, quindi, la procedura relativa alla faraonica opera pubblica, tanto dispendiosa per le casse statali quanto impattante sotto il profilo ambientale, verrà chiusa.

E voi cosa ne pensate della realizzazione di un ponte sullo stretto?

 

No Comments

  • salvatore ha detto:

    sono un messinese e faccio presente e mi domando non è una buona occasione per creare non pochi ma tanti posti di lavoro e far rinascere un po la sicilia che forse quqlcuno la vuole togliere anche dalla carta giografica ma no sà che è stato il popolo del sud a fare arrichire il nord questo è quello che ci meritiamo e se i politici sia regionali che nazionali alle prossime elezioni vengono a chiederli al sud di sicuro saranno accontentat…………..

  • Sergio ha detto:

    Io sono favorevole al ponte sullo stretto, da quello che io so, i ponti e le strade hanno sempre dato positività a tutto…. Da commercio allo scambio culturale, pertanto chi on vuole il ponte e’ per non perdere privilegi, e mantenere la Sicilia suddita di oscuri interessi. È’ da stupidi e ignoranti non essere d’accordo a costruire il ponte , che darebbe lavoro ed impulso a tante attività’ umane, dal turismo al commercio e allo scambio culturale. W il ponte sullo stretto . A bosso gli ignoranti ed ipocriti che sono contrari adducendo astruse motivazioni. Sergio

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.