Ferrovie dismesse: patrimonio ingegneristico in fase di recupero e valorizzazione

By 7 Novembre 2012 Ambiente

La rete ferrovia italiana conta attualmente circa 5.000 km di binari inutilizzati e dimenticati, in favore della progressiva concentrazione delle tratte e della realizzazione delle linee ad alta velocità. Ma perché sprecare tutto questo importante patrimonio ingegneristico ed architettonico? A questa domanda stanno rispondendo in modo concreto molte iniziative e progetti, sparsi su tutto il territorio nazionale.

C’è chi ha pensato – ad esempio – di riutilizzare le  infrastrutture abbandonate a fini turistici, recuperando i vecchi tragitti ferroviari per favorire la scoperta (o la ri-scoperta) dei suggestivi paesaggi nazionali. Grazie ad un’iniziativa dell’Associazione Italiana Greenways (AIG) e di Co.Mo.Do, infattioggi è possibile transitare a piedi o in bicicletta su molte vecchie linee ferroviarie, trasformate in strade per lo più sterrate, ma facilmente percorribili.

L’AIG – in particolare – si occupa della realizzazione e gestione di un “sistema di territori lineari tra loro connessi che sono protetti, gestiti e sviluppati in modo da ottenere benefici di tipo ecologico, ricreativo e storico-culturale”. Le “Greenways” sono un sistema di vie ricavate sia nella natura che in aree urbanizzate, destinate ad essere percorse a piedi, in bici e a cavallo, e pensate per avvicinare le persone al territorio che le circonda.

Co.Mo.Do (Confederazione Mobilità Dolce), invece, riunisce varie associazioni che promuovono il recupero di…

Pagine: 1 2

Leave a Reply